Ascolta l'intercettazione che inchioda il presidente della Camera di Commercio di Palermo

PALERMO. Questo il testo dell'intercettazione che inchioda Roberto Helg, presidente della camera di commercio di Palermo e vicepresidente della Gesap, società che gestisce l'aeroporto, arrestato per avere intascato una tangente dal titolare della pasticceria Palazzolo.

"La royalty... dal 7 noi passiamo al 10... quindi tu hai un risparmio... (...) Ne paghi 110 di aumento, dal 7 al 10... Cento sono quelli che dobbiamo dare... Tu hai un risparmio di 104 mila 440... E sei dentro, al dieci", dice Helg al commerciante, imbottito dai carabinieri di microspie, spiegandogli il meccanismo da attuare per avere il rinnovo del contratto di locazione dell'immobile che adibito a rivendita di dolci in aeroporto.

"Quindi praticamente quello che dovrei dare io in più sono questi centomila euro... ", risponde la vittima.

"Di cui io ho ottenuto anche 50 lunedì, prima del consiglio... Gli altri, 10 mila al mese. Ho detto che ne  rispondo io, mi farà un assegno e 'm'u tegnu sarbatu' (lo tengo conservato ndr) e poi a marzo aprile in modo che ti organizzi con comodità, questo è il quadro...", aggiunge Helg.

Il cda che avrebbe dovuto decidere sul rinnovo contrattuale era fissato per oggi.

Dall'intercettazione pare evidente che Helg abbia fatto capire al commerciante di essersi accordato con altri soggetti sul pagamento della tangente.

"Questi sono stati giorni per me...", dice la vittima.

"Lo immagino", gli risponde Helg.

"Tu ci dici che il 2 di aprile... ogni sei mesi ci dugnu diecimila euro e io te li do a te", conclude il pasticcere anche qui facendo capire che Helg è solo uno dei soggetti coinvolti.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X