stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Mafia di Ciaculli, De Liso: «Comandano ancora i Greco fra tradizione, droga e scommesse»

Mafia di Ciaculli, De Liso: «Comandano ancora i Greco fra tradizione, droga e scommesse»

"Il mandamento di Ciaculli è ancora in mano alla famiglia Greco e tiene salde le tradizioni di cosa nostra". Il generale Giuseppe De Liso, comandante provinciale dei carabinieri di Palermo, interviene sull'operazione (portata avanti insieme alla polizia di Stato) che ha portato all'arresto di 31 persone considerate legate alla mafia.

Il mandamento di Ciaculli, infatti, è ora capeggiato da Giuseppe Greco, il Senatore, e ne fanno parte la famiglia di Ciaculli-Croce verde Giardini, quella di Brancaccio, di corso dei Mille e la famiglia di Roccella.

Come osserva l'Arma dei carabinieri in un'informative del 2 marzo 2021, l'articolazione mafiosa di Ciaculli ha dimostrato di sapersi evolvere rimanendo però ancorata alle "tradizioni", riuscendo a far convivere interessi illeciti legati alle sensalerie dei terreni agricoli "con spregiudicate operazioni di scommesse on-line", oppure gestendo in maniera capillare la distribuzione delle acque irrigue e contemporaneamente pianificando traffici di droga con la 'ndrangheta calabrese. Tra le attività anche la coltivazione di canapa indiana tra gli agrumeti della borgata.

Storicamente il mandamento di Ciaculli ha vissuto la sua maggiore rilevanza criminale ai tempi di Michele Greco, il Papa.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X