stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Letizia Battaglia, folla alla camera ardente: dietro al feretro "La bambina col pallone"

Letizia Battaglia, folla alla camera ardente: dietro al feretro "La bambina col pallone"

La camera ardente è stata aperta a mezzogiorno e subito una folla commossa si è raccolta nell'atrio di Palazzo delle Aquile, sede del Municipio di Palermo, per dare l'ultimo saluto a Letizia Battaglia, morta ieri a 87 anni.

Sono ore tristi per la città e per tutti quelli che l'hanno conosciuta e stimata. La fotoreporter, che è stata anche assessore comunale, per molti è un simbolo di Palermo riconosciuto in tutto il mondo.

Alla camera ardente erano presenti i familiari, in particolare le figlie Shobha, Patrizia, Cinzia, la sorella Marina Battaglia, strette in un doloroso silenzio; e poi rappresentanti delle istituzioni e semplici cittadini.

Alle spalle del feretro, posto al centro della sala, i familiari hanno sistemato il celebre scatto in bianco e nero della "bambina col pallone" da lei fotografata in uno dei tanti vicoli della Cala nell'estate del 1980.

"Letizia fa parte della storia di questa città - dice il sindaco Leoluca Orlando - per lei la politica era la sua esistenza, e ha sempre usato i suoi scatti per cogliere il senso della vita. Lei ha reso visibile ciò che in questa città non lo era. Una donna straordinariamente leggera e quindi, proprio per questo motivo, estremamente scomoda".

Video di Marcella Chirchio

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X