stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport Il Ct Palermo alle semifinali scudetto: giocherà con il Sudtirol Bolzano, l'andata in trasferta

Il Ct Palermo alle semifinali scudetto: giocherà con il Sudtirol Bolzano, l'andata in trasferta

Poteva andare peggio al Ct Palermo, che ha evitato nel doppio confronto di semifinale playoff scudetto di serie A1 maschile il fortissimo Park Genova e sfiderà invece il Tc Rungg Sudtirol. Gara d’andata domenica prossima a Bolzano, return match in Sicilia il 4 dicembre.

Caruso e compagni si sono garantiti il vantaggio del ritorno in casa grazie al maggior numero di punti conquistati rispetto agli avversari, ma i punti sono di più anche rispetto a Genova e Tc Sinalunga Siena, le altre due semifinaliste. Il Ct Palermo ha infatti collezionato 16 punti sui 18 a disposizione.

Ma adesso si azzera tutto. Le semifinali sono un’altra storia. Il capitano Davide Cocco prepara la doppia sfida contro il Rungg consapevole che Albert Ramos Vinolas è impegnato questa settimana con la Spagna in Coppa Davis. La Spagna giocherà domani (mercoledì 23 novembre) a Malaga contro la Croazia ed eventualmente venerdì la semifinale. Poi a disposizione Salvatore Caruso, Gabriele Piraino, l’altro spagnolo Carlos Gomez Herrera (ma può giocare un solo straniero), Omar Giacalone, Pietro Marino e Francesco Mineo.
Tra i tirolesi che hanno vinto il girone 4, dove c’erano Tc Italia, Selva Alta Vigevano e Junior Perugia, spicca il nome del 30enne faentino Federico Gaio, giocatore di valore più che discreto che vanta un best ranking da 124 Atp.

Gaio è uno dei più grandi amici di Salvatore Caruso e insieme i due tennisti hanno giocato una finale di doppio all’Atp 500 di Rio de Janeiro 2020. Insieme a lui, da tenere d’occhio anche il tedesco Elmar Ejupovic numero 296 del ranking. A completare l’organico, tra gli altri, il 2.2 Horst Rieder, Patrick Prader, Marco Bortolotti, Maximilan Figl e Georg Winkler. Il Rungg gioca le sue partite interne su superficie terra indoor.

Dati alla mano, il Ct Palermo sembra avere qualcosa in più, specialmente tenendo conto del fatto che nel match di ritorno sarà certa la presenza del numero 39 al mondo Albert Ramos Vinolas, la cui presenza potrà certamente spostare gli equilibri.

«Abbiamo fatto un percorso straordinario fino a questo momento – dichiara Davide Cocco - e credo che la partita chiave, quella che ci ha fatto prendere consapevolezza dei nostri mezzi, sia stata quella di Torre del Greco, dove abbiamo sconfitto per 4-2 i campioni in carica con la loro formazione tipo mentre a noi mancava la punta di diamante Ramos Vinolas. Grande soddisfazione inoltre avere totalizzato ben 16 punti ed essere la “prima tra le prime” dei 4 gironi per rendimento. Adesso però - prosegue - testa al Bolzano. Sicuramente sarà un match molto equilibrato e che sarà nell’ottica del doppio confronto con tutte le varianti del caso. Forse lì a Bolzano sui loro campi indoor, i nostri rivali hanno qualcosa in più ma il ritorno in casa nostra è un grande vantaggio, dal momento che avremo il caloroso sostegno del pubblico. Sarebbe un sogno – conclude il capitano e coach di Piraino - essere a Torino il 10 e l’11 dicembre. Non sarà però facile, Bolzano ha infatti buone individualità come Gaio ed Ejupovic, e in particolare nel doppio lo stesso Gaio con Bortolotti sono un’ottima coppia. Ripeto sarà una gara molto equilibrata».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X