stampa
Dimensione testo
COMUNE DI PALERMO

Intesa per il passaggio dei lavoratori da Gesip alla Reset

di
Accordo raggiunto fra amministrazione e sindacati. Il salario di ingresso sarà parametrato per tutti a 28 ore settimanali

PALERMO. È sostanzialmente fatta. I sindacati hanno dato il via libera all’accordo per fare transitare i lavoratori della Gesip nella neonata Reset. Un passaggio che non era scontato: i lavoratori guadagneranno 950 euro al mese, mentre i rappresentanti chiedevano invece di riportare le retribuzione alla situazione pre-cassa integrazione.
Al momento, però, il menù possibile è questo. Prendere o lasciare. E lasciare avrebbe significato il licenziamento collettivo. In extremis l’amministrazione ha concesso di mettere sul piatto altri tre milioni di euro a partire dall’anno prossimo. Ecco, allora, che all’alba del 29 amministrazione comunale dodici sigle sindacali hanno firmato il documento che suggella il percorso tracciato da Leoluca Orlando. E consente al Consiglio comunale di discutere in fretta e furia del contratto di servizio. La seduta di ieri si è protratta sino a tarda sera e, a meno di clamorose sorprese, si sarebbe dovuta concludere approvando la delibera solamente con piccole modifiche già concordate.
Ma veniamo all’intesa che, sulla carta, permette di salvare tutti i lavoratori. Dal primo gennaio passeranno nei ranghi di Reset i primi 950 seguendo il criterio dell’anzianità. Gli altri 610 dipendenti godranno di un prolungamento della cassa integrazione fino a maggio; per loro dunque la data di transito sarà quella del primo giugno.

ALTRE NOTIZIE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X