stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Tangenti ai Rotoli di Palermo, l'inchiesta si allarga: verso nuovi nomi nel registro degli indagati
LA GESTIONE ILLECITA

Tangenti ai Rotoli di Palermo, l'inchiesta si allarga: verso nuovi nomi nel registro degli indagati

Lo scandalo che ha colpito il Cimitero dei Rotoli di Palermo potrebbe non avere un unico responsabile. Fino ad ora ha pagato pesante solo l'ex direttore, Cosimo De Roberto, ma tanti altri avrebbero partecipato allo scempio.

Ne è convinto il gip Filippo Serio che fin dalle prime pagine del suo provvedimento parla espressamente di altre responsabilità. "Emergeva l’esistenza di gruppi di dipendenti comunali - si legge -, operanti all’interno del cimitero dei Rotoli, che agendo tra loro con la medesima comunanza di intenti, gestivano in maniera del tutto illecita l’effettuazione di numerose operazioni cimiteriali (inumazioni, tumulazioni, estumulazioni, esumazioni, cremazioni), rendendosi quindi responsabili di condotte penalmente rilevanti".

Nei capi di imputazione spuntano i nomi di Nunzio Trinca, il titolare di una delle agenzie funebri più conosciute della città e di Rosolino Lo Cicero, fioraio e marmista.

L'articolo di Leopoldo Gargano nell'edizione di Palermo del Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X