stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Frosinone-Palermo, Corini: "Mi aspetto passi avanti. Ritiro a Manchester? Decisivo per crescere"
IL TERZINO ROSANERO

Frosinone-Palermo, Corini: "Mi aspetto passi avanti. Ritiro a Manchester? Decisivo per crescere"

di
palermo calcio, Eugenio Corini, Palermo, Calcio
Eugenio Corini

"So che la partita con il Frosinone è importante, ma certe cose non vanno sovraccaricate. Il mio approccio alla partita prescinderà dal passato, poi se il risultato rende i tifosi contenti lo sono anche io". Eugenio Corini vuole tenere lontane le scorie ancora vive del 2018 e tiene i suoi sulle spine in vista del match contro i laziali.

In conferenza stampa, il "Genio" ha anche parlato del rapporto con Fabio Grosso, domani avversario ma compagno in passato di mille battaglie: "Con Fabio abbiamo condiviso dei tempi straordinari, ricordo ancora il suo primo allenamento qui, e c'erano 6-7 mila persone poi per un'amichevole. Da li è iniziata una carriera straordinaria, tanto da vincere un Mondiale. È una brava persona ed ha avviato anche un'ottima carriera da allenatore. Non ci sentiamo spesso, ma quando accade è un piacere. Ho già affrontato Fabio Grosso in passato, ci conosciamo anche come allenatori".

Sul ritiro a Manchester in programma dal 20 al 24 settembre, l'allenatore rosanero si è espresso così: "Ho chiesto di fare questo mini ritiro, per migliorare il gruppo e anche conoscerli meglio, consolidando i rapporti tra loro. Andare lì è molto bello, perché tutti desiderano lavorare in strutture e campi al top. E questo è un sogno che ogni allenatore e giocatore vorrebbe coronare, quindi ringrazio la società per la possibilità". Corini ha insistito poi sul miglioramento quotidiano e la necessità di continuare ad ottenere risultati: "Il lavoro deve portare a dei miglioramenti, ma è leggere le partite in maniera corretta che aiuta realmente. La gara di Reggio è servita per lavorare su questo. Non bisogna dimenticare il punto di partenza, per consolidarci e reagire bene in ogni situazione. Voglio dunque un miglioramento continuo, ma so le difficoltà di questo campionato".

L'allenatore del Palermo ha parlato anche di alcuni singoli: "Di Mariano sta bene, ha fatto una partita intensa. Ha quasi fatto gol e l'occasione per Brunori nasce da lui. Crivello fa parte della rosa, al momento ho fatto una scelta diversa, ma ho 29 giocatori e non abbandonerò mai nessuno di loro. Saric è un giocatore completo e con personalità. Secondo me è al 50-60% al momento visto l'estate particolare. Perché se sai di lasciare una squadra, non hai la concentrazione mentale adeguata. Può migliorare tanto e nel tempo diventerà un valore per questa squadra. Gomes è un centrocampista che si è già ritagliato uno spazio nella partita col Genoa e che nel corso del campionato ci sarà utile".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X