stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Serie B piena di big, si annuncia battaglia: ecco le favorite per la promozione e le possibili outsider
PARTE IL CAMPIONATO

Serie B piena di big, si annuncia battaglia: ecco le favorite per la promozione e le possibili outsider

di
palermo calcio, Palermo, Calcio
Alexander Blessin, tecnico del Geona, tra le favorite per la promozione in Serie A

Sarà una Serie B che si annuncia divertente, entusiasmante e anche molto competitiva. Si è detto tante volte, ma i riflettori del calciomercato hanno ancor di più alimentato questa tesi. Tanti colpi importanti e tante piazze che punteranno subito alla promozione in Serie A. Insomma quando Gardini, direttore generale del Palermo, dice che l'obiettivo è "mantenere la categoria", c'è da credergli davvero. Almeno sulla carta, anche se poi nel calcio può succedere di tutto.

Dalle parti di viale del Fante di sicuro sono umilissimi ma molto ambiziosi. E non potrebbe essere altrimenti. A proposito di ambizione, non si possono non nominare le favorite assolute di questo campionato cadetto: fra tutte Genoa, Cagliari e Venezia, le tre retrocesse dalla Serie A. I rossoblù del grifone hanno piazzato colpi importanti fra cui Massimo Coda, lo scorso anno capocannoniere della Serie B con la maglia del Lecce (poi promosso in Serie A). In porta è arrivato Joseph Martinez in prestito dal Lipsia, mentre per la difesa tra gli acquisti migliori c'è sicuramente il tesseramento di Dragusin dalla Juventus (prestito). Sempre nel reparto arretrato è arrivato Melegoni dall'Atalanta per 4 milioni di euro. Insomma un mercato da protagonista di chi vuole subito ritornare nel massimo campionato, con Blessin al timone.

Non scherzano nemmeno gli altri rossoblù, sponda Cagliari. I sardi hanno piazzato il colpo Lapadula qualche settimana fa. Uno dei migliori attaccanti della Serie B, senza dubbio. Oltre all'ex Benevento, anche Carboni in prestito dall'Inter e Raoul Bellanova dal Bordeaux tra gli acquisti più importanti.

In Veneto, la cessione di Henry all'Hellas Verona ha fatto male, ma in attacco è arrivato Connoly, promettente punta del Brighton (prestito), mentre in porta c'è Joronen, arrivato dal Brescia a titolo definitivo. Javorcic, allenatore dei lagunari, vorrà riportare la squadra in Serie A dopo un solo anno di purgatorio.

Occhio al Parma, che lo scorso anno ha vissuto una stagione travagliata ma quest'anno vuole vivere un campionato da protagonista assoluto. Prima Maresca e poi Iachini, non sono riusciti a dare un'impronta alla squadra, che alla fine della stagione non ha raggiunto nemmeno i playoff, con una rosa di tutto rispetto. Quest'anno, oltre allo zoccolo duro dello scorso campionato (con i vari Buffon, Vazquez, Man, Inglese e Chichizola), il nuovo allenatore Fabio Pecchia potrà contare su Del Prato (arrivato dall'Atalanta), sull'ex Crotone Estevez e su Tutino, arrivato dal Napoli per 5,50 milioni di euro.

L'outsider potrebbe essere il Como. La società lombarda, guidata dai fratelli indonesiani Robert e Michael Hartono (posseggono un patrimonio di 45,5 miliardi di euro) hanno piazzato per distacco i colpi migliori del mercato estivo, almeno fino a questo momento: Cesc Fabregas e Daniele Baselli. Entrambi, non hanno bisogno di presentazioni. 4 piedi paranormali per la Serie B e un'esperienza da vendere. In attacco è arrivato anche Leonardo Mancuso, lo scorso anno al Monza (arrivato in prestito). Impossibile poi non citare il nuovo Pisa di Maran, che lo scorso anno si è fermato proprio sul più bello: in finale dei playoff contro il Monza. A un passo dalla Serie A, ma i toscani quest'anno intendono riprovarci con ancora più determinazione. Tra gli acquisti migliori ricordiamo Beruatto dalla Juventus e Canestrelli dall'Empoli. Cessione importante invece quella dell'ex rosanero Lorenzo Lucca, all'Ajax (primo italiano a giocare nel club di Amsterdam, in Olanda). Fa sul serio anche la Ternana di Lucarelli, che proprio ieri ha ufficializzato l'acquisto del centrocampista Mamadou Coulibaly dalla Salernitana. Ha rinnovato Falletti (vecchia conoscenza del Palermo) e preso Alfredo Donnarumma a titolo definitivo dal Brescia. Dalla Fiorentina, anche l'attaccante Samuele Spalluto (prestito). Lo scorso anno gli umbri non si sono qualificati ai playoff per un solo punto. In questa stagione c'è voglia di stupire e di arrivare in alto. Occhio anche alla possibile sorpresa Reggina di Pippo Inzaghi. Allenatore top per la Serie B (l'ha già vinta con il Benevento) e un mercato da big. In entrata sono arrivati Canotto dal Frosinone e Santander dal Bologna. Trattative aperte invece per Obi, Majer, Camporese e Gagliolo.

Sempre temibile, poi, una piazza come Bari. A spaventare è la pre-season: i galletti hanno eliminato l'Hellas Verona dalla Coppa Italia vincendo 4-1 al Bentegodi grazie ad una fantastica tripletta di Cheddira. Mignani vuole far sognare in grande i pugliesi. Anche se De Laurentiis è stato chiaro ad inizio stagione: "Siamo una neopromossa, dobbiamo mantenere la categoria". Un modus operandi molto simile a quello di City Football Group, qualche chilometro più a Sud. Chissà che poi, proprio Bari e Palermo, non possano essere le sorprese di questo campionato. A proposito, i rosanero si sono svegliati sul mercato: gli obiettivi sono Stulac (lo scorso anno 21 presenze in Serie A con l'Empoli) e Barba del Benevento. Tra favorite, sorprese ed outsider, una nuova guerra sta per iniziare. Venerdì si parte, e saranno già punti pesanti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X