stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Il Palermo riparte da Brunori, fantastica tripletta alla Reggiana: vittoria e qualificazione
COPPA ITALIA

Il Palermo riparte da Brunori, fantastica tripletta alla Reggiana: vittoria e qualificazione

di
palermo calcio, Matteo Brunori, Palermo, Calcio
I giocatori rosanero a fine gara in Coppa salutano i tifosi- Foto Tullio Puglia

Nel calcio molte volte il caldo di fine luglio condanna gli spettatori a non godere di uno spettacolo considerevole. Ma questo nuovo Palermo può ripartire da due certezze: Matteo Brunori e il suo pubblico.
Al Barbera nonostante la data estiva, il caldo e la domenica sera, sono presenti 13297 tifosi per assistere al turno preliminare di Coppa Italia Frecciarossa contro la Reggiana.
La curiosità è tanta e visibile negli occhi di chi in questi ultimi giorni ha dovuto assistere alle dimissioni di Baldini e Castagnini. Oltre che ai diversi rumors sul nuovo allenatore e a un mercato che ancora non decolla.
Per 90 minuti però tutto questo viene messo da parte. È il bello del calcio giocato. Il Palermo torna a in campo per la sua prima gara stagionale e lo fa nel migliore dei modi: 3 a 2 contro la Reggiana e qualificazione al primo turno, in programma sabato 6 agosto contro il Torino di Jurić.

Poco meno di 180 secondi ed è subito gioia per gli oltre 13 mila presenti al Barbera: dalla destra cross preciso di Valente che supera la difesa granata raggiungendo il bomber Brunori. Da pochissimi metri l’ex Juventus non sbaglia. I rosanero sono subito in vantaggio.
I primi quindici minuti sono di autentico pressing e dominio rosanero. Al 16’ ancora Brunori che, in seguito ad una conclusione imprecisa di Floriano, in semi rovesciata impensierisce l'estremo difensore granata. Il gioco però viene fermato pochi istanti dopo per fuorigioco.
Le temperature sono proibitive e al 23’ arriva il primo cooling break del match: 60 secondi di pausa per bere e rinfrescarsi.
I ragazzi di Diana sono in evidente difficoltà su tutte le manovre offensive del Palermo, specie sulle incursioni di Valente. Al 33' ancora un’occasione: dopo un'importante cavalcata Crivello conclude di destro, la palla termina a pochi centimetri dal palo di Turk.
Pochissimi istanti dopo, al 37’ è ancora gol di Brunori. L’azione sembra essere una fotocopia della prima rete: cross alto dalla destra di Nicola Valente, Matteo Brunori risponde ancora presente e con uno stacco di testa insacca la palla all’incrocio. Turk resta immobile ad osservare la palla piazzarsi in rete.
L’unica occasione degna di nota dei granata arriva soltanto al 40’, quando da calcio di punizione gli ospiti sfiorano la traversa con una conclusione tutt’altro che potente. Si va al riposo con un risultato che sembra essere più che solido e al sicuro.

La seconda frazione di gioco si apre senza nessun colpo di scena fino al 56’ quando Pellegrini, con un’incursione dalla sinistra entra in area e Buttaro lo atterra: Rutella di Enna non ci pensa due volte, è calcio di rigore.
Ci pensa Rosafio 60 secondi dopo ad accorciare le distanze. Il Barbera resta in tiepido silenzio per qualche minuto. Ma la reazione dei ragazzi di Di Benedetto non si fa attendere, quattro minuti dopo il gol subito Valente sfiora la traversa da calcio di punizione.
Il gioco inizia ad addormentarsi un po’ nella seconda parte del secondo tempo: i rosanero gestiscono bene, cercando di costruire dalle fasce. La Reggiana si copre bene e non concede ghiotte occasioni.
Al 78’ piccola ingenuità di Luciani che trattiene Brunori su una palla alta. Calcio di rigore per i rosanero: Brunori sigla la sua tripletta e festeggia, mano all’orecchio, sotto la curva nord impazzita di gioia.
Quando la gara sembra ormai essere chiusa, otto minuti dopo su calcio d’angolo il palermitano Sonny D’angelo insacca la palla in rete di testa. Esulta con la mano sull’orecchio guardando la curva sud. Esplode il Barbera riempendo di fischi il 26enne.
La Reggiana negli ultimi minuti cerca di affacciarsi timidamente, ma sono bravi i rosanero a compattarsi e non rendere pericolosi gli avversari. I minuti di recupero sono 4 e l’ansia è palpabile. Ma anche in questi ultimi 240 secondi la squadra diretta da Di Benedetto mostra consapevolezza, unione e compattezza. Alle 22.58 termina il match: i rosanero vincono 3-2 contro la Reggiana e si guadagnano il primo turno - contro il Torino sabato prossimo - di Coppa Italia Freccia Rossa.
Alla vigilia del match aleggiava il dubbio e la paura per un match che presentava non poche insidie. Ma nonostante il caos degli ultimi giorni, Di Benedetto e i suoi ragazzi hanno regalato un’autentica prova di forza. E poi, anche stasera, il protagonista è stato lui: Matteo Brunori. L’attaccante rosanero ha ricominciato esattamente da dove aveva finito. Se il primo è stato un gol ‘’normale’’, il secondo è stato caratterizzato da un colpo di testa da vero bomber d’area. Il Palermo può godersi il suo attuale più importante acquisto, un bomber che sembra non aver perso la vena del gol. E che al termine del match - come da prassi - porta con sé il pallone a casa.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X