stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Verso Palermo-Turris, Baldini torna al 4-2-3-1: «Ci dà più sicurezza»
SERIE C

Verso Palermo-Turris, Baldini torna al 4-2-3-1: «Ci dà più sicurezza»

palermo calcio, Turris, Silvio Baldini, Palermo, Calcio
Silvio Baldini al termine della gara persa a Foggia

Il Palermo prova a dimenticare il pesante ko con il Foggia e si concentra sul prossimo avversario. Domani pomeriggio (calcio d'inizio alle ore 14.30) i rosanero tornano a giocare al "Barbera" e il calendario presenta a De Rose e compagni la sfida contro la Turris. Allla vigilia del match, il tecnico Silvio Baldini analizza la situazione nel gruppo che in classifica è fermo a quota 42 punti, a sei lunghezze dal secondo posto. I campani di Caneo, invece, sono reduci da quattro sconfitte consecutive e con assenze soprattutto nel reparto difensivo.

"Non dobbiamo buttare all’aria tutto quello che abbiamo fatto di buono - dice l'allenatore toscano in conferenza pre-match -. La squadra si deve preparare ai playoff, possiamo arrivare pure decimi ma dobbiamo vincerli. Il Palermo ha una squadra forte che può giocarsi la promozione, possiamo arrivare anche decimi ma abbiamo la possibilità di salire in B. Per far questo dobbiamo crescere dal punto di vista mentale, possiamo essere noi la sorpresa dei playoff. La Turris? Verrà a giocare uno contro uno e lo fanno un pò tutte le squadre, noi dobbiamo cercare di fare male a loro mettendo in campo la giusta determinazione. A Foggia abbiamo creato più occasioni da gol e vinto molti duelli, loro però sono stati più incisivi".

Baldini conferma di tornare al modulo scelto prima della gara contro il Foggia nella quale ha schierato la difesa a tre uomini. "Il 4-2-3-1 ci ha dato più equilibrio e sicurezze. A Foggia ho fatto un errore schierando la difesa a tre - ammette il tecnico di Massa - , pensavo di dare un aiuto alla squadra, non avevamo l’equilibrio giusto. L’equilibrio è una cosa fondamentale e si può trovare giocando soprattutto in attacco, non si pensare di difendersi e basta, in quel modo non regali emozioni. Non siamo stati una squadra morta, ho avuto l'impressione dalla panchina che potevamo riaprire la gara in ogni momento". Sulla condizione di alcuni singoli calciatori: "Buttaro e Dall’Oglio sono recuperati ma hanno fatto solo due allenamenti. Damiani non è ancora il giocatore che ho avuto a disposizione a Carrara, deve ritrovare ritmo e condizione. Silipo trequartista? Giudico in allenamento e se un giocatore non mi dà garanzie io poi devo scegliere altro".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X