stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Il funerale di Piera Napoli a Palermo, l'omelia: "La violenza ha preso il sopravvento sull'amore"

Il funerale di Piera Napoli a Palermo, l'omelia: "La violenza ha preso il sopravvento sull'amore"

Cerimonia composta, accompagnata da poche persone (per via delle restrizioni legate all'emergenza Covid) per il funerale di Piera Napoli celebrato questa mattina a Falsomiele nella chiesa di San Curato d’Ars.

Piera, 32 anni, è stata uccisa a coltellate dal marito, Salvatore Baglione, di 38, domenica 7 febbraio nel bagno di casa del loro appartamento in via Vanvitelli, nel quartiere Cruillas, a Palermo.

La funzione è stata celebrata da don Sergio Mattaliano: "Piera la sua vita l'ha vissuta a Cruillas ma il Signore ha voluto che fosse questa comunità a darle l'estremo saluto. Conosco la famiglia - ha detto il sacerdote durante la sua omelia -, in particolare la nonna, da tempo. Moglie e mamma di tre splendidi bambini. Una ragazza splendida, amante della vita. Questa volta la violenza ha preso il sopravvento sull'amore. Il Signore dia la pace ai genitori con il cuore lacerato: nessuno potrà restituirci Piera ma lo Spirito Santo potrà lenire il dolore".

“I genitori non dovrebbero mai assistere alla morte dei propri figli, è innaturale - ha aggiunto don Mattaliano - adesso Piera che era una grande donna, canterà davanti a Dio”.

Carlo e Adele Napoli non si danno pace. Il dolore di non vedere più la propria figlia “è qualcosa di lacerante - continua il sacerdote - qualcosa che non andrà mai via, ma adesso dovete pensare che Piera è felice, contenta. Nessuno dovrebbe mai permettersi di tagliere la vita a qualcuno”.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X