"Sarete per sempre i nostri tre angeli": l'addio a Giosuè, Angelo e Giacomo

MONREALE. Una città che si ferma per salutare tre giovani vite spezzate in un terribile incidente stradale. Un dolore tremendo, quello che ha travolto Pioppo, piccola frazione di Monreale, che si è stretta intorno alle famiglie di Giosuè Guardì, 16 anni, suo cugino Giacomo Guardì, 19 anni, e  Angelo Marceca, anche lui 19 anni, tutti ragazzi nemmeno ventenni, che sono morti in un terribile schianto martedì sera. Tutte le vittime erano di Pioppo. Negozi, attività, bar: tutto era chiuso per i funerali, che si sono svolti nella chiesa di San Giuseppe. Un lungo corteo silenzioso, con in testa parenti e amici. "Non vi dimenticheremo mai, sarete sempre i nostri angeli", c'era scritto in un lenzuolo appeso in un balcone.

Intanto continuano le indagini dei carabinieri di Monreale.  Secondo quanto ricostruito dai militari, pare che l'Opel Corsa, poco dopo le 23, sia uscita di strada, per cause ancora da accertare, ribaltandosi più volte e schiantandosi contro un muro di recinzione.

L’impatto è stato terrificante: l’auto completamente distrutta, sono rimaste solo i resti delle lamiere. Due delle vittime sono morte praticamente sul colpo: per estrarre i corpi è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco. Un terzo giovane inizialmente era sopravvissuto allo schianto, e gli uomini del 118, intervenuti sul posto, hanno tentato un disperato trasporto al Civico di Palermo, ma purtroppo era troppo tardi: il ragazzo è spirato subito dopo l’arrivo in ospedale. Un quarto giovanissimo, Gabriele Di Liberto, 19 anni, sta lottando per la sua vita al Civico: le sue condizioni sono gravi.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X