stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Frana a Polizzi, l'1 settembre riapre la statale 643: stop lungo 6 mesi

Frana a Polizzi, l'1 settembre riapre la statale 643: stop lungo 6 mesi

Tutto pronto per la riapertura della strada statale 643 a Polizzi Generosa, in provincia di Palermo, dopo la frana di 6 mesi fa. Lo scorso 26 gennaio, uno smottamento del terreno aveva minacciato diverse abitazioni e la strada statale che attraversa il centro abitato e collega con Scillato e lo svincolo autostradale della Palermo-Catania.
Diverse case vennero evacuate con la statale chiusa al traffico. La frana di oltre 150 metri provocò anche i crolli di vecchi magazzini. Un movimento franoso che avrebbe avuto un’evoluzione sorprendente, quasi atipica, favorito, possibilmente, dall’incendio che ad agosto 2021 aveva depauperato il suolo del versante interessato.
"Finalmente ci siamo - rende noto Gandolfo Librizzi, sindaco di Polizzi Generosa - . Definite nei prossimi giorni le ultime incombenze per testare ulteriormente il sistema di sicurezza, monitoraggio e controllo, oltre che collocare la segnaletica orizzontale, e, così come pianificato e concordato, in tempo utile per le solennità del Santo Patrono San Gandolfo, sarà riaperta metà carreggiata della strada SS 643 con impianto semaforico".
"Per consentirne l’ordinata apertura e una corale partecipazione di tutte le istituzioni coinvolte - aggiunge il primo cittadino - , che grazie alla sinergica intesa interistituzionale tra esse ha assicurato il raggiungimento di questo primo importante traguardo, cosa non facile né scontata in così brevi tempi, è stato diramato invito di partecipazione alla pubblica cerimonia che si terrà giovedì prossimo 1 settembre alle ore 10".
"Certamente resta ancora altro da fare - sottolinea Librizzi - , ma quanto conseguito è uno stimolo in più per le diverse Amministrazioni coinvolte, tanto a livello centrale che regionale e territoriale, per affrontare e risolvere efficacemente tutte le altre emergenze verificatesi a seguito degli eventi calamitosi accaduti tra ottobre 2021 e gennaio 2022. Intanto, almeno un pò di sollievo ai gravi disagi subiti dalle persone, dalle attività produttive coinvolte, dall'intera comunità".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X