stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il femminicidio di Piera Napoli a Palermo, il marito conosceva l'amante della moglie
LE INDAGINI

Il femminicidio di Piera Napoli a Palermo, il marito conosceva l'amante della moglie

femminicidio, omicidio, Piera Napoli, Salvatore Baglione, Palermo, Cronaca
Piera Napoli e Salvatore Baglione

Salvatore Baglione conosceva il suo antagonista e in passato lo aveva affrontato, a parole. È uno dei dettagli che emerge dalle indagini sull'omicidio di Piera Napoli, la cantante neomelodica di 32 anni di Cruillas, massacrata domenica scorsa mentre era seduta sul water del bagno di casa in via Vanvitelli al Cep di Palermo. Per il delitto è in carcere proprio il marito che si è costituito.

La crisi - riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola - che viveva la coppia nelle parole riferite agli investigatori dalla sorella di Piera Napoli: «A mia sorella era venuta paura del marito Salvatore - risponde la parente della vittima -, perché lui era ossessionato da lei, perché la seguiva... e poi perché quando ero al termine della mia gravidanza (il mio bambino deve fare tre mesi ora) mi ha chiamato un giorno piangendo e dicendomi che Salvatore si era infilato il coltello nella pancia, sicuramente per gelosia, per dimostrare a mia sorella che la voleva tanto...».

Pure l’uomo indicato come il presunto amante avrebbe confermato durante l’interrogatorio: «Aveva paura del marito... che potesse fare qualcosa di pericoloso. Circa un mese fa aveva chiamato la polizia per farlo allontanare da casa».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X