stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Piera Napoli, chi era la cantante uccisa a Palermo: l'amore per la musica e il post su Fb prima di morire
L'OMICIDIO

Piera Napoli, chi era la cantante uccisa a Palermo: l'amore per la musica e il post su Fb prima di morire

femminicidio, Piera Napoli, Salvatore Baglione, Palermo, Cronaca
Piera Napoli

Si chiamava Piera Napoli, la trentaduenne uccisa stamattina e il cui corpo è stato ritrovato nel bagno del suo appartamento, in via Vanvitelli, nella borgata di Cruillas a Palermo. La donna, cantante neomelodica, era sposata e madre di 3 figli. Il marito, Salvatore Baglione, 37 anni, ha confessato l'omicidio.

È stato l’uomo a presentarsi dai carabinieri, che si sono poi recati nell’abitazione rinvenendo la donna con diverse ferite da arma da taglio. Piera Napoli era molto conosciuta a Palermo per la sua attività di cantante neomelodica e per le sue collaborazioni con artisti di spicco come Tony Seminara. La 32nne collaborava con la casa discografica Air Music di Piero Sala: "Sono senza parole e dispiaciuto - ha scritto lo stesso Sala su Facebook -. Cara amica mia da tanti anni, ragazza per bene, solare e sempre con la voglia di cantare, abbiamo condiviso diversi anni di bella musica. Che la terra ti sia lieve, cara Piera Napoli, riposa in pace".

Sotto la lente d'ingrandimento i profili social della donna e del marito. Alcune ore fa Salvatore Baglione aveva pubblicato un post del profilo “Dna criminale” con sullo sfondo una foto di Robert De Niro e la scritta: «Il rispetto gran bella cosa, peccato che non tutti ne conoscano il significato»

Piera Napoli, invece, poche ore prima di morire aveva postato sul proprio profilo una frase che adesso suona come un macabro presagio: «Vuoi che ti regalino dei fiori il 14 (San Valentino) muori il 13».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X