stampa
Dimensione testo
VILLA SOFIA

Fuori dal coma il tedesco pestato a Palermo, l'aggressore resta in carcere

di
aggressione, Palermo, Cronaca
polizia palermo villa sofia

Non è più intubato, respira autonomamente e non è più in pericolo di vita. Arrivano buone notizie sulle condizioni di salute del  giornalista tedesco aggredito a Palermo dopo un litigio con il figlio di una donna  che voleva entrare in auto in un’area pedonale, vicino piazza San Francesco D'Assisi. L’uomo, ricoverato a Villa Sofia, non è più in coma farmacologico, è reattivo e vigile spiegano dall'ospedale ed è stato trasferito in Neurochirurgia.

Intanto il giudice per le indagini preliminare ha convalidato l'arresto dell’aggressore, Salvatore La Barbera, di 19 anni, pregiudicato, che era stato sottoposto allo stato di fermo.  Il giovane tra l'altro ha sostenuto di non aver colpito con due pugni il giornalista, ma di avergli dato solo uno schiaffo.

L'episodio risale a sabato sera. È accaduto intorno alle 21.30, in via Immacolatella, nei pressi di piazza San Francesco D’Assisi. La donna, al volante di un'auto, accanto al figlio, voleva per forza passare da quel punto, zona pedonale e dunque vietato. In più sulla sua strada c'era uno scooter che gli sbarrava la via.

Il giornalista tedesco, sposato con una palermitana e padre di una bimba di 10 anni, era seduto insieme alla famiglia, quando ha detto alla donna che da lì proprio non poteva passare. A quel punto, per "difendere" la madre, sarebbe sceso il giovane che ha colpito l'uomo, che è caduto per terra.  Scattato l’allarme sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno identificato e bloccato il giovane.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X