stampa
Dimensione testo
NUOVA AGGRESSIONE

Palermo, aggredito dopo un litigio in un'area pedonale: grave un tedesco

di

Sta lottando tra la vita e la morte all'ospedale Villa Sofia di Palermo dopo un litigio con il figlio di una donna  che voleva entrare in auto in un’area pedonale, vicino piazza San Francesco D'Assisi. L'aggressore voleva "difendere la madre" a modo suo, per questo è sceso dalla macchina e ha sferrato due pugni alla vittima. Assolutamente senza alcun motivo, quando nessuno era stato violento, tantomeno l'uomo che stava, educatamente, facendo notare alla donna che in un'area pedonale le macchine no, non possono passare.

Un senso civico che dovrebbe essere da lezione, visto tra l'altro che a metterlo in atto, e non a parole, è un giornalista tedesco, di 48 anni, residente nel capoluogo siciliano. L’uomo, ricoverato a Villa Sofia, è in prognosi riservata e le sue condizioni sono gravi. E' stato operato per due volte, alla testa e ad un polmone. Nel corso delle ore c'è stato anche un progressivo peggioramento delle condizioni che hanno costretto i medici ad operarlo per una seconda volta.

L’aggressore, S.L.B. di 19 anni, pregiudicato, è stato fermato dai carabinieri. Dovrà rispondere di lesioni personali aggravate. L'episodio risale a sabato sera. È accaduto intorno alle 21.30, in via Immacolatella, nei pressi di piazza San Francesco D’Assisi. La donna, al volante di un'auto, accanto al figlio, voleva per forza passare da quel punto, zona pedonale e dunque vietato. In più sulla sua strada c'era uno scooter che gli sbarrava la via.

Il giornalista tedesco, sposato con una palermitana e padre di una bimba di 10 anni, era seduto insieme alla famiglia, quando ha detto alla donna che da lì proprio non poteva passare. A quel punto, per "difendere" la madre, sarebbe sceso il giovane che ha sferrato due pugni al cittadino tedesco, che è caduto per terra.  Scattato l’allarme sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno identificato e bloccato il giovane.

Appresa la notizia di un'aggressione e del ferimento ad un cittadino tedesco residente a Palermo, il sindaco Leoluca Orlando ha espresso la "ferma condanna per la inciviltà dell'aggressore che chiediamo e siamo certi, verrà giudicato e sanzionato per il suo comportamento. Tale episodio ha coinvolto un civile cittadino palermitano di origine tedesca e un incivile cittadino palermitano che pretendeva di affermare con la violenza il suo sprezzo nei confronti della zona pedonale. Un ringraziamento all'impegno di tutte le forze dell'ordine che grazie anche alla partecipazione dei cittadini e al sistema di videosorveglianza, riescono ad assicurare alla giustizia in breve tempo gli autori di questi gesti inqualificabili".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X