DELITTO DI VIA COSTA

Omicidio di Pagliarelli a Palermo, l'indagato non risponde: il gip si riserva sulla convalida del fermo

Si è avvalso della facoltà di non rispondere, Pietro Seggio, gestore della pizzeria Antico Borgo, accusato di aver ucciso lo scorso 17 marzo Francesco Manzella. Seggio si è proclamato innocente fin dal momento dell'arresto sebbene non abbia aperto bocca con i poliziotti della squadra mobile.

"Seggio - spiega l’avvocato Giovanni Castronovo - non ha risposto (durante l’interrogatorio di convalida del fermo, ndr) alle domande del giudice anche per le condizioni di salute precarie che non lo rendono lucido e sereno per poter rispondere alle domande sia del gip che dei pm".

I sostituti Giulia Beux e Giovanni Antoci hanno chiesto la convalida del fermo e l’applicazione della custodia cautelare in carcere sulla base delle intercettazioni registrate nella sala d’attesa della Squadra mobile e dalle dichiarazioni rese dai soggetti sentiti dagli agenti.

L’avvocato Castronovo ha chiesto di non convalidare il fermo per assenza della flagranza o quasi flagranza, di non applicare alcuna misura cautelare o, in subordine, quella degli arresti domiciliari anche con il braccialetto elettronico, in considerazione delle ragioni di salute precarie del suo cliente.

Omicidio di Pagliarelli, le foto dopo il fermo del presunto killer

La difesa preliminarmente aveva eccepito la inutilizzabilità delle intercettazioni per assenza del decreto autorizzativo, la inutilizzabilità delle sommarie informazioni di tutti i familiari dell’indagato perché non sono stati avvisati che, in qualità di parenti, potevano avvalersi della facoltà di non rispondere; così come le dichiarazioni rese dall’indagato assunte in assenza della presenza del difensore. Il gip Filippo Serio si è riservato e nelle prossime ore emetterà il suo provvedimento.

Dietro l'omicidio ci sarebbe un debito di 700 euro con lo spacciatore. Ad aver indirizzato le indagini su questa pista è stata la moglie di Manzella dichiarando che il marito si occupava di droga. Poi, dalle intercettazioni sono emersi contrasti tra Manzella e i familiari di Seggio i quali gli attribuivano la condizione di tossicodipendenza del loro congiunto.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X