stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Modella morta a Partanna Mondello nel 2014, archiviata l'inchiesta
TRIBUNALE

Modella morta a Partanna Mondello nel 2014, archiviata l'inchiesta

di

PALERMO. E’ stata archiviata l’inchiesta sulla morte di Giusy Ranucci, la modella di 22 anni morta nel suo letto il 22 novembre del 2014 a Partanna Mondello. La procura di Palermo aveva aperto un fascicolo sulla morte della giovane che nel 2009 ha vinto la fascia di Miss Fano in un concorso di bellezza.

Il sostituto procuratore Renza Cescon aveva indagato per omicidio colposo il medico del pronto soccorso di Villa Sofia che curò la ragazza a metà settembre 2014 due mesi prima che morisse e il cardiologo di un ambulatorio dell'Asp che la visitò nell'ottobre 2014, un mese prima che si addormentasse per sempre nella sua camera in via Cassiopea a Partanna.

Giusy, figlia di un artigiano e di una casalinga, aveva vissuto per dodici anni a Fano, e nel 2009 aveva vinto il concorso di miss nella città marchigiana dove il padre lavorava nella cantieristica, prima che la crisi, nel 2010, lo riportasse con la famiglia nella sua città d'origine. In quello stesso anno Giusy aveva vinto a Riccione una tappa del concorso internazionale di bellezza "Italian star" ed è stata anche testimonial di varie manifestazioni in città italiane, come il festival "Per tutti i Gusti". A Palermo lavorava come barista allo "Sport Village".

La modella due mesi prima di morire era andata al pronto soccorso di Villa Sofia. A metà settembre, accompagnata dalla madre, aveva varcato la porta del pronto soccorso per un malore e uno strano dolore al petto. Lì si era sentita ancora peggio, le avevano misurato la pressione e la mandarono a casa consigliandole di farsi visitare da un cardiologo. Cosa che puntualmente Giusy fece la prima settimana di ottobre. Lo specialista le fece un'ecografia, un esame sotto sforzo e programmò per gennaio 2015 l'esame dell'Holter. Per il pm la patologia cardiaca che Giusy aveva l’avrebbe messa comunque a rischio, anche se fosse stata diagnosticata prima. Per questo motivo ha deciso di chiedere l’archiviazione dell’indagine.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X