stampa
Dimensione testo
TRIBUNALE

Tangenti all'aeroporto di Palermo, rito abbreviato per Helg

L'ex presidente di Confcommercio e vicepresidente della Gesap è stato arrestato lo scorso 2 marzo mentre intascava una tangente da 100mila euro. Attualmente si trova ai domiciliari

PALERMO. È stato ammesso dal gup Daniela Cardamone il rito abbreviato per Roberto Helg, l'ex presidente di Confcommercio Palermo ed ex vicepresidente della Gesap (società che gestisce lo scalo di Punta Raisi), arrestato il 2 marzo scorso mentre intascava una tangente da 100 mila euro.

Helg è al Palazzo di giustizia di Palermo, dove si è presentato in compagnia del suo avvocato, Giovanni Di Benedetto.

In aula anche Santi Palazzolo, il pasticcere che avrebbe dovuto pagare la tangente a Helg per mantenere la concessione del suo showroom all'aeroporto. Oltre a Palazzolo, hanno chiesto di costituirsi parte civile il Comune di Palermo, la Camera di Commercio, Confcommercio, Codici Sicilia, Codici onlus, Addiopizzo, Sos Usura, Solidaria. Adesso tocca ai difensori interloquire sulle parti civili. Helg attualmente è agli arresti domiciliari.

Il Comune di Palermo è stato ammesso come parte civile nel processo contro l'ex presidente della Camera di Commercio, Roberto Helg.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X