L'ATTESA

Palermo retrocesso, mille tifosi in marcia verso Roma per la sentenza d'appello

di

Pullman, mezzi personali, aereo e persino in nave. Circa mille tifosi rosanero si stanno organizzando per raggiungere Roma in occasione della sentenza della Corte d’Appello Federale prevista per giovedì. L’appuntamento è in via Campania a Roma, sotto la Corte Federale. Partenze con il pullman previste domani pomeriggio e rientro venerdì mattina, una trasferta capitolina questa volta non per recarsi allo stadio Olimpico, ma per “supportare il Palermo in un momento decisamente complicato” scrivono i tifosi che si recheranno nella capitale.

“Stiamo contattando tutti quelli che vivono nei pressi di Roma e mi sono rivolta anche ai nostri amici romanisti per avere un supporto in più – dice Melissa delle Rosanerogirls - da Palermo partiranno dei pullman con la curva nord 12. Speriamo di essere in tanti perché dopo la notizia di questa mattina sul responso della Cassazione dove dice che l'operazione Alyssa non era fittizia, siamo ancora più arrabbiati e delusi.  Ci hanno derubato della serie A, e questo non possiamo permetterlo. Siamo consapevoli che non accetteranno mai di aver sbagliato, quindi al massimo ci daranno 15/20 punti di penalizzazione e ci lasceranno in B”.

Anche la curva nord inferiore ha in programma di partire alla volta di Roma così come altri gruppi di tifo organizzato. Ma non solo pullman, molti tifosi andranno con mezzi propri, c’è chi andrà anche in nave per Civitavecchia. Ma un supporto ci sarà anche da tifosi che risiedono nel Lazio e da chi invece arriverà da altre regioni. Insomma si prevedono almeno mille tifosi pronti a sostenere il club in una partita giudiziaria che può cambiare il futuro prossimo della società.

"Le novità giudiziarie emerse nelle ultime ore sono di rilievo tale da giustificare l'immediato scagionamento della società e il conseguente annullamento, in secondo grado, di una decisione sportiva che, ogni giorno di più si appalesa come ingiusta". Lo scrive il deputato del Pd e segretario dem di Palermo, Carmelo Miceli, in una lettera inviata al sottosegretario alla Presidenza del consiglio, Giancarlo Giorgetti, che ha la delega allo Sport.

"La Cassazione - prosegue Miceli -, nelle motivazioni di una sentenza riguardante un procedimento della Procura di Caltanissetta contro la precedente gestione societaria della squadra, ha sostanzialmente fatto cadere alcune ipotesi che erano a fondamento della decisione del Tribunale federale di far retrocedere il Palermo. Nella sentenza i supremi giudici fanno riferimento all'operazione Alyssa, cioè quella che il Tribunale e la Procura federale del calcio pongono a fondamento della retrocessione del Palermo', smentendone la natura fittizia e dissimulata".

"Alla luce di questa novità e dell'imminente pronunciamento della Corte federale d'appello, previsto per il 23 maggio, la esorto - dice Miceli rivolgendosi a Giorgetti - a volere acquisire immediatamente copia del provvedimento giudiziario e ad assumere pubblicamente una posizione netta sulla vicenda, possibilmente rispondendo alla interpellanza a mia firma tutt'ora giacente al'Ufficio atti ispettivi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X