L'INCHIESTA

Palermo, la Cassazione: "L'operazione Alyssa non fu fittizia"

Secondo i giudici della Cassazione, il Tribunale del riesame di Caltanissetta «ha congruamente evidenziato come non vi siano elementi obiettivi per ritenere che l'operazione» con la società lussemburghese Alyssa, al centro della decisione degli organi di giustizia sportiva di retrocedere il club rosanero, possa essere considerata «fittizia».
Come scrive Benedetto Giardina in un articolo sul Giornale di Sicilia oggi in edicola, le motivazioni del provvedimento che aveva ritenuto inammissibile il ricorso presentato dalla Procura di Caltanissetta, titolare della cosiddetta «inchiesta parallela» sul Palermo offrono un assist alla società di viale Del Fante.

Una carta in più da giocare in attesa che giovedì la Corte federale d’appello si riunisca per un nuovo verdetto, quello che potrebbe definitivamente condannare la squadra rosanero alla Serie C o invece consentirle la permanenza nel campionato cadetto.

Nella sentenza, in sostanza, i supremi giudici fanno riferimento all'operazione Alyssa, che il Tribunale e la Procura federale del calcio pongono a fondamento della retrocessione del Palermo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X