stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Palermo, 40 cipressi pericolanti da abbattere al cimitero dei Rotoli: subito i primi interventi

Palermo, 40 cipressi pericolanti da abbattere al cimitero dei Rotoli: subito i primi interventi

Quaranta cipressi da abbattere al cimitero dei Rotoli di Palermo. Rischiano di crollare, dunque già da domani partiranno gli interventi nelle zone più frequentate.

"Da subito inizieranno le operazioni per l'abbattimento dei primi 20 alberi - spiega l'assessore ai Cimiteri Toni Sala -. La struttura resterà aperta, anche se ci saranno delimitazioni e una riduzione degli spazi fruibili. Sarà vietato l'accesso ai veicoli privati e soprattutto il cimitero sarà immediatamente chiuso in caso di forti piogge e vento che possano aggravare il pericolo di crolli".

Questa mattina i tecnici di Ville e Giardini e della Soprintendenza hanno effettuato un sopralluogo per verificare la stabilità degli alberi. "La situazione è abbastanza tragica - commenta il capogruppo della Lega - Prima l'Italia Igor Gelarda al consiglio comunale di Palermo -. Ci sono una quarantina di cipressi da abbattere, perché a rischio schianto. Alcuni sul viale principale, particolarmente pericolosi per il gran numero di utenti che transitano su questa strada. Ho chiesto che non si chiuda il cimitero ma si intervenga immediatamente, transennando man mano le parti dove lavorare, e che si interdica l'accesso alle autovetture. È terribile abbattere questi alberi secolari, ma non ci sono altre soluzioni secondo i tecnici".

I primi interventi dureranno 4-5 giorni, per altri alberi da abbattere la situazione è più complessa, perché i mezzi da impiegare per l'abbattimento dovrebbero essere posizionati nella zona degli ossari, dunque potrebbero esserci problemi di staticità. "Il problema nasce tutto dal taglio selvaggio delle radici che è stato fatto quando hanno posizionato tra il 2019/2020 alcune tombe di cemento, i cosiddetti loculi ipogei", commenta Gelarda.

© Riproduzione riservata

TAG:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X