stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Nubifragio a Caccamo: strade trasformate in fiumi di fango, evacuate 3 famiglie e bestiame bloccato

Nubifragio a Caccamo: strade trasformate in fiumi di fango, evacuate 3 famiglie e bestiame bloccato

Il crollo di un muro ha creato danni alla rete idrica, fognaria e del metano

Caccamo in ginocchio a causa del maltempo delle ultime ore. Dopo il nubifragio di ieri che ha provocato il crollo di un muro di 5 metri e la frana di parte della strada in zona Sant'Orsola, oggi le abbondanti piogge stanno continuando a mettere a dura prova il territorio con strade trasformate in fiumi di fango e acqua alta. Stamattina tre famiglie sono state fatte evacuare ma la situazione più drammatica riguarda il bestiame e gli allevatori con l'acqua alta e il terreno reso ancora più impervio che non permette di mettere in salvo gli animali.

"Il crollo del muro di ieri ha creato danni alla rete idrica, fognaria e del metano - ha fatto sapere il sindaco di Caccamo, Nicasio Di Cola -. Oggi abbiamo ritenuto opportuno far evacuare tre nuclei familiari nelle zone adiacenti. Nel centro storico abbiamo realizzato una condotta per far defluire l'acqua impedendo così che potesse finire nella zona danneggiata e messo in atto un altro intervento per evitare che un corso d'acqua, formatosi sempre con il nubifragio, potesse danneggiare il parco giochi. Nelle borgate stiamo invece predisponendo interventi per consentire la transitabilità delle strade visto che alcune aziende di allevamenti sono rimaste isolate a causa della frana".

"La situazione ci preoccupa - dichiara il sindaco a gds.it - soprattutto per gli eventuali risvolti che potrebbero esserci se dovesse piovere abbondantemente come ieri. È un momento difficile che dobbiamo cercare di superare adottando provvedimenti urgenti per consentire la normale ripresa delle attività nelle contrade e mettere in sicurezza e ripristinare il muro precipitato e la strada adiacente. Dobbiamo solo augurarci che non ci siano ulteriori precipitazioni perchè la situazione diventerebbe drammatica".

L'amministrazione comunale di Caccamo sta predisponendo una relazione tecnica da inviare al direttore generale della Protezione Civile della Regione Siciliana, Salvo Cocina, e all'assessore regionale al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro, che sono già stati informati verbalmente della situazione.

Soltanto pochi giorni fa, sempre nei pressi di Caccamo, a causa delle forti piogge aveva ceduto il muro di sottoscarpa della statale 285 Caccamo-Roccapalumba, causando disagi alla viabilità. L'Anas, in questo caso, sta monitorando la situazione per capire se le abbondanti ultime piogge abbiano causato ulteriori danni.

 

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X