stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Al Don Bosco il funerale di Cinzia Pennino, morta dopo il vaccino: "Mancano le parole, dolore immenso"

Al Don Bosco il funerale di Cinzia Pennino, morta dopo il vaccino: "Mancano le parole, dolore immenso"

Il Don Bosco di Palermo ha salutato in lacrime Cinzia Pennino, l'insegnante di 46 anni dell'istituto salesiano, morta per una trombosi profonda estesa al Policlinico, pochi giorno la somministrazione del vaccino AstraZeneca.

Canti e una lunga omelia “per rendere omaggio alla sua bellissima persona”. In tanti, soprattutto ragazzi, hanno lasciato un mazzo di fiori o accarezzato la fotografia che la ritrae sorridente con una bambina africana tra le braccia, e sembrano inconsolabili i pianti degli amici e dei parenti: molti, moltissimi a riempire tutto il cortile della scuola e la terrazza.

Per lei parole di stima, per la sua dedizione al prossimo e per la sua energia: “Cinzia non esitava mai, se qualcuno le telefonava o aveva bisogno di lei, lei c’era”. Infatti, negli ultimi giorni il telefono della scuola non ha mai smesso di squillare e la bacheca di Facebook di Cinzia di riempirsi di messaggi di amore. "Mancano le parole. Il dolore è immenso. Grazie Cinzia, per tutto quello che ci hai donato. Grazie per il dono che sei stata per ciascuno di noi", si legge sulla pagina Facebook dell'istituto sulla quale campeggiano anche foto di Cinzia.

Messaggi da parte di persone da tutto il mondo, lì dove lei si era spinta per dare una mano, nei luoghi degli ultimi, abbandonati da tutti. È dura quindi lasciarla andare, e dopo il saluto, “ciao Cinzia”, non può che scoppiare un forte applauso.

Intanto è stata eseguita all'ospedale Policlinico di Palermo l'autopsia sul corpo di Cinzia Pennino. L'accertamento è stato eseguito dai medici legali Antonella Argo ed Elisabetta Orlando. L'esame è stato richiesto dalla task force regionale che sta indagando su tutti i decessi sospetti seguiti alle vaccinazioni contro il Covid.

Dalle prime analisi sarebbe stata confermata l'insorgenza di una trombosi ma ancora è troppo presto per stabilire se ci sia o meno una correlazione con il vaccino. La Procura di Palermo ha aperto un fascicolo conoscitivo dopo la segnalazione del caso da parte dell'ospedale.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X