stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Palermo, Biagio Conte in preghiera alle porte della Cattedrale: "Le gente non riesce più a sperare"

Palermo, Biagio Conte in preghiera alle porte della Cattedrale: "Le gente non riesce più a sperare"

Fratel Biagio Conte torna in digiuno e preghiera, questa volta davanti le porte della Cattedrale di Palermo per cercare un contatto con la gente, ormai, come dice, "troppo scoraggiata, che non riesce più a sperare".

In particolare, come ha scritto su un cartello che tiene vicino a sé e che invita a leggere, la sua penitenza è diretta a sconfiggere il virus, è per tutti i poveri e i senza tetto, per i dritti dei migranti, per i disoccupati, per l'ambiente e la natura che devono essere rispettati, per la tutela dei diritti umani, per un mondo più stabile e sano per i giovani, e per un uso coscienzioso di internet.

"Non si può però dire che non c'è nulla da fare, anzi c'è tanto da fare", dice Fratel Biagio, "tutti insieme, la chiesa e le istituzioni, ma anche con le altre religioni dialogo aperto. Anche chi non crede: insieme. Anche i ricchi, ma anche i poveri".

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X