stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca L'ascesa di Lucchese "amico dei boss", da un negozio di alimentari all'impero milionario

L'ascesa di Lucchese "amico dei boss", da un negozio di alimentari all'impero milionario

Ha cominciato con un negozio di alimentari. Presto i punti vendita sono diventati tre. In un ventennio Carmelo Lucchese, a cui oggi sono stati sequestrati beni per 150 milioni, ha creato un piccolo impero con decine di dipendenti e 13 supermercati tra Palermo e provincia.

Un'ascesa che, secondo le indagini condotte dalla Finanza e coordinate dalla Dda di Palermo, sarebbe stata resa possibile dall'appoggio e dal sostegno delle famiglie mafiose. Il fatturato delle attività di Lucchese dopo 15 anni di attività è arrivato a 80 milioni. La sua società, la Gamac, ha 13 punti vendita a marchio Conad e Todi's.

È nel 2006 che l'imprenditore Lucchese esce dai confini di Bagheria e sbarca a Palermo con il Superstore di corso Finocchiaro Aprile. Nel capoluogo i punti vendita diventano 7, poi arriva l'apertura di un superstore a Carini e l'inaugurazione del centro Himera - con marchio Todi's - a Termini Imerese. Carmelo Lucchese si ritrova alla guida di un colosso con 400 dipendenti attivo su una superficie di 14mila metri quadrati che ne fa uno dei punti di riferimento assoluti della grande distribuzione nel Palermitano.

Una crescita giunta proprio mentre il resto del mondo dei supermercati stentava, e addirittura le altre insegne dello stesso marchio passavano di mano per la crisi. Di lui parlano diversi pentiti come Sergio Rosario Flamia e Filippo Bisconti. I collaboratori di giustizia raccontano di intimidazioni ai supermercati concorrenti come l'Eurospin di Bagheria e della garanzia per l'imprenditore di non pagare il pizzo alle famiglie.

Al termine dello scorso anno per la Gamac c'è stato un periodo di crisi che si è concluso alcuni giorni fa con l'ingresso di nuovi soci. Due giorni fa, poi, l'annuncio sulla pagina Facebook di Carmelo Lucchese. "I soci Conad che subentreranno a Gamac acquisiranno il personale di vendita permettendo così di mantenere tutta la forza lavorativa - ha scritto -. In quei pochi casi in cui non è stato possibile la continuità lavorativa mi sono speso ed ho sfruttato tutta la mia rete di alleanze costruite nel corso di questi anni per ricollocare altrove personale impiegatizio e maestranze".

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X