Sgomberato il campo rom a Palermo, Orlando: "Famiglie ora in regola, riconosciuti i loro diritti"

In questi ultimi due mesi i nomadi che fino a ieri occupavano una parte dell'area verde della Favorita, "sono stati messi in regola. Alcuni avevano già la cittadinanza, mentre per altri è stato necessario rinnovare il permesso di soggiorno". Lo dice nell'intervista video il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, nella conferenza stampa sullo sgombero del campo rom.

Una volta liberata e abbattute le ultime 16 baracche, "L'area verde verrà bonificata e riconsegnata alla città", aggiunge Orlando.

"Lavoriamo da 9 mesi per arrivare al risultato di oggi. Avere avuto qualche giorno in più sarebbe stato utile per sistemare meglio qualche famiglia. Oggi 32 persone saranno provvisoriamente sistemate, per un tempo di 26 giorni, presso strutture alberghiere. L’obiettivo è costruire per ciascuna di queste famiglie dei progetti personalizzati che possano portare ad un percorso di autonomia", ha dichiarato l'assessore all’Edilizia pubblica del Comune di Palermo, Giuseppe Mattina, durante la conferenza stampa indetta subito dopo la conclusione dello sgombero del campo rom della Favorita.

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X