Orlando: le Ztl a Palermo si faranno, vedremo come rimborsare i pass - Video

PALERMO. Ztl sì, ztl no. Al momento - e fino al mese di novembre - è no, e a deciderlo sono stati ieri i giudici del Tar, accogliendo la richiesta sospensiva avanzata da un gruppo di associazioni e firmata anche da 200 cittadini.

Ma il sindaco Orlando non intende mollare la presa e garantisce che le «le zone a traffico limitato a Palermo si faranno» e che «vedremo come rimborsare i pass». «Io insisto in una battaglia che costituisce la cifra culturale di questa amministrazione, la mobilità sostenibile - ha detto il primo cittadino Orlando -. Non saremo mai una città moderna ed europea se non saremo capaci di scoraggiare il traffico veicolare privato. Ecco la ragione per cui noi andremo avanti su questa strada e lo faremo a seguito di un approfondimento tecnico. La nota positiva è che adesso tutti discutono sul "come" fare la Ztl, e questo mi sembra un passo avanti per la città che deve liberarsi da vecchie abitudini che non la fanno crescere. Tutti sono ormai sostenitori della mobilità sostenibile: anche chi si era opposto, adesso, si è reso conto che forse hanno esagerato ma grazie a questo sindaco andremo avanti su questa strada».

Ed è proprio sul rimborso dei pass già pagati da molti palermitani che si sta ancora di più infiammando la polemica. Questa mattina, a Ditelo a Rgs, Pietro Galluccio, responsabile della comunicazione del Comune, ha annunciato che «formalmente non è possibile, al momento, rimborsare i pass».
Alla domanda "quando verranno rimborsati i soldi ai cittadini che hanno già pagato?", il sindaco risponde: «Ho già convocato i legali del Comune e dell'Amat perchè sia possibile nel rispetto dei diritti, consentire all'eventuale restituzione o eventuale conversione nel nuovo pass che sarà certamente necessario pagare. Perchè la Ztl a Palermo si farà».

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X