stampa
Dimensione testo

Incidente al Borgo Vecchio, Enel: la cassetta esplosa fu manomessa - Video

PALERMO. E' risultata manomessa la cassetta dell'Enel esplosa sabato pomeriggio e che ha ferito gravemente una bambina di 7 anni in via Conte Ruggiero, nel quartiere popolare del Borgo Vecchio, a Palermo. A dedurlo i risultati dei primi sopralluoghi tecnici condotti da parte dell'azienda elettrica sul luogo dell'incidente.

«I primi accertamenti tecnici sull'incidente che si è verificato sabato scorso nel quartiere palermitano di Borgo Vecchio confermano quanto era già stato ipotizzato, ossia una manomissione della cassetta elettrica stradale dell'Enel. In particolare, sul coperchio è stato riscontrato un foro laterale attraverso il quale sarebbe stato possibile forzare l'apertura e introdurre un corpo estraneo, come un cavo elettrico per realizzare un allaccio abusivo». Lo dice l'Enel.

«L'impianto interno ha, inoltre, evidenziato che l'arco elettrico, che avrebbe poi provocato l'incidente, sarebbe stato verosimilmente originato da un corto circuito dovuto all'introduzione di un corpo estraneo nella cassetta», aggiunge l'azienda elettrica che ha già presentato denuncia alle autorità competenti.

L'Enel ricorda che il proprio personale è da tempo impegnato, con istituzioni e forze dell'ordine, a contrastare il fenomeno delle manomissioni e delle frodi ai danni dei propri impianti e invita i cittadini a segnalare al numero verde 803500, attivo 24 ore su 24, la presenza di eventuali anomalie sugli impianti».

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X