stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Foto Cultura Addio a Franco Padiglione: è morto a Palermo uno degli orafi storici della città

Addio a Franco Padiglione: è morto a Palermo uno degli orafi storici della città

di

Ci ha lasciato all’età di 85 anni uno degli storici orafi adottato dalla città di Palermo: Franco Padiglione. Artigiano di origini napoletane, Padiglione è morto a Palermo nel giorno di Pasqua.

Mosse i primi passi a 14 anni, imparando il mestiere, come fece il padre, e adesso prosegue il figlio, a partire dal 1925. Tre generazioni di orafi che sono stati grandi creatori ed esecutori della tradizione italiana dell’alta gioielleria, utilizzando materiali preziosi che potevano essere forgiati secondo il gusto delle epoche che il loro lavoro ha attraversato. Sognatore eclettico, cultore della bellezza, apre il suo atelier nel 1958, che subito diventa luogo d’incontro delle signore palermitane in cerca di un gioiello speciale.

Così coralli, agate, giade e pietre dure ma anche pietre preziose come zaffiri, smeraldi e brillanti prendono le forme più particolari colorando e impreziosendo i gioielli, spesso creati su misura, su disegni unici.

I gioielli della Maison vengono esposti nelle vetrine di mostre internazionali, una particolarissima collana, appositamente creata, viene donata alla étoile Carla Fracci che la indossa in varie occasioni pubbliche.

E la vetrina dello show room sembra animata da ogni esemplare di animale, soprattutto se dotato di ali: libellule, api, mosche che volano verso quella natura così amata e tanto rappresentata in ogni monile, esprimendo un desiderio di libertà che cogliamo in ogni gioiello da lui realizzato.

Di Franco Padiglione si ricorderanno sempre le sue mani, sciupate, con le unghie mangiate dal lavoro manuale, che muoveva in modo armonioso, e i suoi occhiali calati sul naso mentre, sul banco ingombro di pietre e materiale prezioso, armeggiava con pinze e limette, e nel mentre ti parlava con un accento e una cadenza napoletana in cui ti potevi cullare. Per fortuna, come da tradizione, tanta arte non è persa ma tramandata, e Ciccio, ultimo orafo, finora, della famiglia, continua a creare con l’ombra del papà dietro le spalle.

Le esequie si terranno mercoledì 20 aprile, alle 9.30, nella chiesa di San Michele Arcangelo, a Palermo, vicino al suo atelier-laboratorio di via Pipitone Federico.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X