stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Interessi e costi non dovuti, risarcito un imprenditore palermitano
CREDITO

Interessi e costi non dovuti, risarcito un imprenditore palermitano

Interessi onerosi e costi non dovuti. Il tribunale di Palermo  condanna una banca a restituire 60 mila euro ad un'impresa edile palermitana a cui precedentemente era stato intimato di restituire un mutuo di 130 mila euro in 10 giorni perchè ritenuta in pericolo di insolvenza.

Dopo un primo momento di smarrimento, l’imprenditore edile, impossibilitato a saldare le pretese della banca, ha chiesto aiuto ai legali dello Sportello Tutela Credito, che hanno citato l'istituto   per la restituzione degli interessi ultralegali ed usurai pagati in più, dopo aver fatto controllare tutti gli estratti conto alla Finlegal Consulting, società di consulenza bancaria. Con l'aiuto dell'associazione, sempre a fianco di imprese e consumatori che hanno problemi con la banca e soprattutto con l’assistenza degli avvocati messi a disposizione dell’impresa debitrice, il Tribunale di Palermo, con sentenza del 13/12/2021, ha condannato la banca alla restituzione di  60.000 euro. Il giudice, spiega l'avvocato Andrea Pace che ha assistito l'imprenditore  ha sottolineato  che "ai fini della verifica del superamento del tasso soglia si è tenuto conto della recente sentenza delle Sezioni Unite della Suprema Corte del 20.06.2018 che ha affermato, con riferimento ai rapporti svoltisi in epoca antecedente il 1.01.2009 (come quello di specie), il seguente principio di diritto: ai fini della verifica del superamento del tasso soglia usura va effettuata la separata comparazione del tasso effettivo globale di interesse praticato in concreto e della commissione eventualmente applicata”.

Il tasso pattuito pari al 14.06% è risultato superiore al tasso soglia di riferimento pari al 13,395%, previsto per la categoria dei contratti di conto corrente con apertura di credito oltre  10.000.000. Consegue che la clausola relativa agli interessi è nulla e il saldo del conto va ricalcolato espungendo tutti gli interessi non dovuti. “Sono particolarmente lieto” ha affermato il Presidente dello Sportello  Domenico Sammarco, “di constatare che tutti i consumatori e le imprese che si sono rivolti alla nostra Associazione hanno avuto importanti vittorie contro le Banche e soprattutto sono riusciti per anni a bloccare tutte le pretese creditorie con l’abbassamento del loro debito e talvolta con la restituzione dei costi pagati in più”.

Inoltre, l’assemblea di fine anno ha nominato presidente della collegata Associazione Legal Credit l'avvocato  Andrea G. Pace, che potrà così coordinare il lavoro di tutti i legali, dei periti e degli esperti in diritto bancario in tutta Italia.  Lo Sportello, (www.sportellotutelacredito.it) sito a Palermo in corso Alberto Amedeo n. 224, ha attivato un call center, 091/334492, al quale è possibile chiamare per avere gratuitamente informazioni e consulenza immediata su mutui e conti correnti e per la tutela dei propri diritti contro la vessatorietà di Banche Finanziarie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X