stampa
Dimensione testo
IL RICONOSCIMENTO

Palermo capitale della cultura 2018, le motivazioni della giuria

2018, capitale, cultura, Palermo, Palermo, Cultura
Il ministro Dario Franceschini col sindaco Leoluca Orlando

PALERMO. «La candidatura è sostenuta da un progetto originale, di elevato valore culturale, di grande respiro umanitario, fortemente e generosamente orientato all'inclusione, alla formazione permanente, alla creazione di capacità e di cittadinanza, senza trascurare la valorizzazione del patrimonio e delle produzioni artistiche contemporanee».

Questa la motivazione dell'elezione di Palermo a Capitale della cultura italiana 2018, firmata dalla giuria presieduta da Stefano Baia Curioni e resa nota oggi dopo l'annuncio da parte del ministro di beni culturali e turismo, Dario Franceschini.

«Il progetto - si legge ancora - è supportato dai principali attori istituzionali e culturali del territorio e prefigura anche interventi infrastrutturali in grado di lasciare un segno duraturo e positivo. Gli elementi di governance, di sinergia pubblico-privato e di contesto economico, poi, contribuiscono a rafforzare la sostenibilità e la credibilità».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X