stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il generale Quintavalle lascia il comando della Guardia di finanza di Palermo
VA ALLO SCICO A ROMA

Il generale Quintavalle lascia il comando della Guardia di finanza di Palermo

Palermo, Cronaca
Antonio Nicola Quintavalle Cecere, lascia il comando provinciale della guardia di finanza di Palermo

Il comandante provinciale della guardia di finanza di Palermo, generale di brigata Antonio Quintavalle Cecere, dopo tre anni di servizio lascia il comando delle fiamme gialle palermitane per assumere l’incarico di comandante del servizio centrale di investigazione sulla criminalità organizzata della guardia di finanza alla sede di Roma. Il generale nel corso di una cerimonia di saluto ha ringraziato i finanzieri di Palermo per «il leale, fattivo e incondizionato impegno, esprimendo a loro e alle rispettive famiglie i suoi sentimenti di stima e affetto».

Ecco un bilancio attività. In sintesi: nell’azione di contrasto all’evasione, all’elusione e alle frodi fiscali: denunciati circa 350 soggetti, scoperti oltre 1.000 lavoratori in «nero» o irregolari, e sequestrati beni per oltre 31 milioni di euro. In materia di spesa pubblica: scoperte frodi pari a circa 60 milioni di euro, denunciati oltre 1.300 responsabili e segnalati alla magistratura contabile danni erariali per oltre 173 milioni di euro. Nel settore dei reati contro la pubblica amministrazione sono state portate a termine importantissime operazioni di servizio, con la denuncia di 220 responsabili e l’esecuzione di 58 misure cautelari personali. Nella lotta alle varie forme di criminalità organizzata, sono stati segnalati alla procura 800 responsabili, di cui 218 tratti in arresto, eseguiti provvedimenti di sequestro e confisca di aziende e beni per un valore complessivo di circa 1,12 miliardi di euro, sottoposte a sequestro circa 24 tonnellate di sostanze stupefacenti (di cui kg. 76,52 di cocaina e kg 6.190 hashish e marijuana) e 21,5 tonnellate di tabacchi lavorati esteri. Quintavalle ha manifestato «sincero apprezzamento per l’ospitalità dimostrata dai cittadini del capoluogo e dei comuni della provincia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X