stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, ucciso da moglie e figli: per il giudice "non ci fu crudeltà"
IL PROCESSO

Palermo, ucciso da moglie e figli: per il giudice "non ci fu crudeltà"

omicidio, Pietro Ferrera, Palermo, Cronaca
La moglie di Ferrera, Salvatrice Spataro

Non ci fu crudeltà e nemmeno legittima difesa. Per questo la condanna per l'omicidio di Pietro Ferrera, ucciso dalla moglie e dai figli  il 14 dicembre 2018 a Falsomiele con 57 coltellate, è pesante ma non pesantissima.

L'uomo venne assassinato dalla moglie Salvatrice Spataro e dai figli Vittorio e Mario, tutti condannati a 14 anni. Ferrera, secondo la testimonianza di moglie, figli, familiari e vicini di casa, era un uomo violento, che picchiava continuamente la moglie sottoponendola a vessazioni di carattere sessuale e costringendola ad avere rapporti con transessuali.

L'articolo completo di Leopoldo Gargano nell'edizione di Palermo del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X