stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, a Carini positivo uno scrutatore e 2 scuole chiuse a Villafrati
ALLARME CONTAGI

Coronavirus, a Carini positivo uno scrutatore e 2 scuole chiuse a Villafrati

di

È allarmante l’aumento esponenziale dei contagi nel Palermitano. Nuovi casi a Carini, Villafrati, San Cipirello, Corleone, Bagheria, Misilmeri e San Giuseppe Jato. In alcuni comuni i sindaci hanno preferito chiudere le scuole e le ville, limitare l'apertura dei locali. Dunque è soprattutto la provincia, ancor più della città di Palermo, a tenere in ansia.

A Villafrati, ex zona rossa, sono emersi due nuovi casi positivi di Coronavirus. Ma uno dei contagiati ha avuto contatti all’interno dell'istituto comprensivo Beato Don Pino Puglisi e dell’asilo nido comunale. Il sindaco Francesco Agnello ha così firmato un’ordinanza con la quale ordina la chiusura dei due plessi in questione per oggi e domani 25 settembre.

Sarà fatta una mappatura precisa delle persone venute a contatto con uno dei due soggetti contagiati per arginare il più possibile la diffusione del coronavirus in un comune che in primavera era già stato duramente colpito.

Si aggrava il bilancio dei contagiati anche a Carini dove sono complessivamente 15 le persone risultate positive al Covid19, così come ha annunciato il sindaco Giovì Monteleone: “In totale a Carini i positivi comunicati dall'ASP sono 15, tutti in isolamento, più uno scrutatore in ospedale. Finora niente di allarmante se paragonata ad altre situazioni con comuni più piccoli e con il doppio dei contagiati. Naturalmente è sempre valido l’invito alla massima prudenza”.

A Carini scuole regolarmente aperte: “Non si sono rilevati casi che possono far sospendere o ritardare l’attività didattica", ha spiegato il sindaco. "Siamo in continuo contatto con l’ufficio prevenzione dell'Asp per adottare i provvedimenti di nostra competenza adeguati alla tutela della pubblica salute. L’Asp sta effettuando tutti i rilievi epidemiologici del caso”.

Resta alta la preoccupazione anche a Corleone, dove il totale dei casi di positività al coronavirus, emersi nelle ultime ore, sale a 15. Ancora però si attendono i risultati dei tamponi per le centinaia di persone che hanno partecipato al matrimonio focolaio. Altri casi pure nel comune di Misilmeri, dove sono salite a 11 le persone contagiate, mentre a Bagheria ci sono 29 nuovi positivi, ma le scuole sono aperte. Ma è San Giuseppe Jato al momento, il comune della provincia che preoccupa di più: nelle ultime ore sono risultate positive altre 9 persone che sommandole a quelle precedenti, già confermate, portano il totale dei casi a 34.

Paura anche nella vicina San Cipirello, dove le persone risultate positive sono 9 ma ci sono altri 50 soggetti in isolamento domiciliare in attesa dei risultati dei tamponi. Tuttavia la situazione ha portato la commissione straordinaria del comune ad emanare un nuovo provvedimento che ordina, a partire da oggi 24 settembre fino al 4 di ottobre, la chiusura degli istituti scolastici di ogni ordine e grado. Obbligo di chiusura al pubblico e la cessazione di sale giochi, sale scommesse, palestre, impianti sportivi e scuole di ballo a partire dalle ore 2. Inoltre è stato sospeso anche lo svolgimento del mercato settimanale, vietate anche tutte le manifestazioni di carattere culturale, convegnistico e artistico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X