stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Mafia, per l'omicidio Agostino il Viminale si costituisce parte civile
UCCISO NEL 1989

Mafia, per l'omicidio Agostino il Viminale si costituisce parte civile

mafia, Antonino Agostino, Palermo, Cronaca
Antonino Agostino e Ida Castelluccio

Il ministero dell’Interno è stato autorizzato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri a costituirsi parte civile nel procedimento penale per l’omicidio di stampo mafioso dell’agente Antonino Agostino e di sua moglie, Ida, avvenuto il 5 agosto del 1989 a Villagrazia di Carini. Lo rende noto il Viminale.

L’agente Antonino Agostino fu ucciso dalla mafia il 5 agosto di 31 anni fa. Il poliziotto e la moglie Ida Castelluccio furono assassinati sul lungomare di Villagrazia di Carini da sicari giunti in moto. Antonino Agostino fu raggiunto per primo dai colpi dei killer e morì quasi sul colpo, facendo scudo alla moglie incinta. La donna morì in ospedale. Nel luglio scorso, dopo 31 anni, è arrivata la svolta sul giallo dell’omicidio dell’agente di polizia.

Un delitto di mafia, ma non solo, rimasto avvolto nel mistero per tre decenni. La Procura Generale di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio dei boss Antonino Madonia e Gaetano Scotto e di Francesco Paolo Rizzuto, amico della vittima, imputato di favoreggiamento aggravato. L'inchiesta aperta e archiviata più volte è stata avocata dalla Procura generale che per Scotto e Madonia, nei mesi scorsi, aveva anche chiesto l’arresto.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X