stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cancelleri: "Il viadotto Himera riaprirà a fine luglio"
INFRASTRUTTURE

Cancelleri: "Il viadotto Himera riaprirà a fine luglio"

Il viadotto Himera sulla Palermo-Catania sarà riaperto a luglio. «Questa è l’unica risposta a chi fa solo chiacchiere e polemiche», ha assicurato il viceministro alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri durante il controllo in cantiere per verificare lo stato di avanzamento dei lavori.

«Da quando ho assunto l’incarico al ministero, la mia attenzione per questo cantiere è stata massima, ho trovato una situazione con innumerevoli problemi, un cantiere fermo e notevolmente in ritardo ma, grazie sia alla ditta in cantiere che ad Anas, abbiamo raggiunto ritmi ordinari. Adesso voglio mettere un punto a questo vergognoso capitolo per i siciliani e consegnare presto il viadotto. Spero anche che la regione invece di sperticarsi in inutili polemiche, esegua i lavori sulla frana che sta a monte del viadotto, la vera causa del crollo nel 2015. Il governo sta infatti finendo la ricostruzione del ponte senza che la regione abbia messo in sicurezza il versante della montagna e ridato la strada ai cittadini di Caltavuturo, ancora oggi infatti per raggiungere il paese i cittadini devono percorrere la «trazzera» costruita a suo tempo, in 100 giorni, dai parlamentari del Movimento 5 Stelle».

“Mentre tutta l’Italia celebra la veloce ricostruzione del ponte Morandi a Genova, emblema di riscatto dopo la tragedia del crollo - scrive in una nota il presidente nazionale U.Di.Con Denis Nesci - c’è una parte del Paese che sembra rimasta nel Medioevo. In Sicilia per ricostruire meno di 300 metri di viadotto autostradale pericolante ci sono voluti più di cinque anni e, addirittura, è di questi giorni la notizia di un nuovo rinvio da parte di Anas nella consegna del viadotto Himera sull’autostrada Palermo-Catania, interrotta ormai da un lustro. Il grido d’aiuto dei cittadini siciliani e le proteste sempre più veementi e allarmanti della Regione - sottolinea Nesci - non devono restare inascoltate. L’Anas e il Governo nazionale devono mettere in campo uno sforzo senza precedenti per chiudere in due settimane la vicenda, altrimenti è meglio che si facciano da parte come sta chiedendo il Governo della Sicilia”.
“Chiediamo al Ministero delle Infrastrutture di fare luce sulle eventuali responsabilità di tale ingiustificabile ritardo nella ricostruzione del viadotto Himera, nonché di aprire un tavolo con il Governo regionale e le associazioni dei consumatori per discutere di un ristoro alla Sicilia per i disagi lunghi cinque anni che i consumatori dell’Isola stanno continuando a patire. Non solo per il viadotto Himera rimasto incompleto, ma anche per le condizioni dell’autostrada Palermo-Catania, una Via Crucis di deviazioni, cantieri e carreggiate che sembra non finire mai”.
"Da cinque mesi il lotto B4b della Statale Nord-Sud, nell’Ennese, risulta completato eppure ancora chiuso al traffico per lungaggini burocratiche. Appare inspiegabile vedere come l’impresa abbia finito i lavori ma ancora tutto resti fermo. E diventa insopportabile non solo assistere a opere incompiute o bloccate, ma ancor di più constatare che, quando le opere sono realizzate, non vengono consegnate. Il lotto B4b Anas non può attendere ancora, per questo mercoledì 20 maggio saremo fra Nicosia e Mistretta per aprire questo tratto di strada e restituirlo ai siciliani”,
annuncia l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone.

“In ragione di ciò - prosegue Falcone - il Governo Musumeci fa appello ai cittadini, ai sindaci del territorio, a tutte le forze sociali e sindacali, alle forze politiche che abbiano a cuore le sorti del territorio, a partecipare all'iniziativa. La provincia di Enna e tutta la Sicilia non possono subire ancora la mortificazione di una buropatologia che uccide non solo le imprese, ma l’intero territorio. Il nostro auspicio è che l’Anas, da palla al piede, diventi protagonista di un reale slancio infrastrutturale per la nostra Isola”.

Sul viadotto Himera incompleto dopo cinque anni: "Dopo aver appreso di giustificazioni speciose riguardo l’ennesimo rinvio dell’opera - dichiara l’assessore Falcone - ci auguriamo che la visita del viceministro Giancarlo Cancelleri sortisca gli effetti sperati”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X