stampa
Dimensione testo
PALERMO

Tangenti al Provveditorato Opere pubbliche, in tre patteggiano

tangenti, Palermo, Cronaca
Il funzionario Antonio Casella

Undici vanno a giudizio mentre in tre patteggiano. La confessione fa ottenere uno sconto di pena al funzionario del Provveditorato Opere pubbliche di Palermo, Antonio Casella, arrestato nell'ambito dell'inchiesta che ha fatto luce su un giro di tangenti che ha coinvolto impiegati dell'ente e imprenditori. Casella patteggia una pena di 4 anni e 3 mesi. Con lui anche due imprenditori, Tommaso D'Alesandro e Giuseppe Tunno, che hanno avuto rispettivamente due anni e due anni e 10 mesi.

Come spiega Riccardo Arena in un articolo sul Giornale di Sicilia, le tangenti ammesse da Casella, che confessò nel giro di poche settimane dall'arresto, riguardarono vari appalti. Mazzette sarebbero state chieste ad esempio per la ristrutturazione della scuola Ansaldi di Centuripe e della Pirandello di Nicosia, ma non sarebbe stato pagato e poi per la San Francesco di Termini Imerese.

La notizia completa sul Giornale di Sicilia.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X