stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Bombola esplode a Palermo, appello per aiutare il ristorante distrutto
CONFCOMMERCIO

Bombola esplode a Palermo, appello per aiutare il ristorante distrutto

esplosione, incendi, Palermo, Cronaca
Un'immagine dei soccorsi attivati subito dopo l'esplosione

La Fipe Confcommercio Palermo esprime vicinanza e solidarietà all’imprenditore Nello Occhipinti, titolare del ristorante Verdechiaro di piazza Leoni 5, rimasto distrutto ieri sera a causa dell’esplosione di una bombola di gas.

A esplodere era stata una bombola di gas. Tre persone sono rimaste ferite lievemente e il palazzo in cui si trova il ristorante è stato evacuato per qualche ora in via precauzionale.

"La ristrutturazione dei locali era stata appena ultimata e il ristorante avrebbe dovuto riaprire al pubblico domani 2 ottobre - dice Antonio Cottone, presidente di Fipe Confcommercio Palermo -. La nostra associazione intende promuovere un’azione di concreta solidarietà nei confronti dell’imprenditore e a tal scopo invita i propri associati a mettere a disposizione di Verdechiaro eventuali attrezzature e materiali in esubero per consentire un avvio dell’attività nel più breve tempo possibile".

"Cari amici, siamo commossi dai tanti vostri messaggi d'affetto. Non abbiamo la forza di dire nulla se non grazie", sta scritto sulla pagina Facebook di Verdechiaro. Tantissimi gli attestati di stima, vicinanza e solidarietà dei palermitani. "Un abbraccio affettuoso, vi auguro di riaprire al più presto", scrive un uomo.

"Nello e Daniela ieri sera tardi ho appreso la notizia , sono veramente addolorato. Avete fatto tutto con tanta passione e sacrificio. Vi ho visto crescere con dedizione e professionalità, e sono certo che ripartirete. E pure più forti di prima. Un caloroso abbraccio cari amici miei", sta scritto in un altro messaggio.

E ancora: "Senza parole!!! Vi ho seguito durante questa ristrutturazione. Si percepiva tanto amore per quello che stavate costruendo per coccolarci sempre meglio. Non ci sono danni alle persone e questo è importante ma le ferite dell'anima chi le sanerà??? Vi stimo tantissimo e con affetto vi auguro di avere la forza per ricominciare al più presto".

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X