stampa
Dimensione testo
L'ATTENTATO 25 ANNI FA

Via D'Amelio, è il giorno della memoria. Il Papa: chiediamo la forza di lottare

PALERMO. "Preghiamo per tutte le vittime delle mafie, chiediamo la forza di andare avanti, di continuare a lottare contro la corruzione". Lo dice il Papa in un tweet, nel giorno in cui l'Italia ricorda la strage di via d'Amelio e l'uccisione di Paolo Borsellino.

Oggi si rinnova la memoria del giudice e degli agenti della scorta uccisi il 19 luglio del 1992: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina. E' stata una mattina di iniziative, tra via D'Amelio e la prefettura e si continuerà per tutta la giornata fino alla tradizionale fiaccolata che si terrà alle 20.30 con partenza da piazza Vittorio Veneto. Un corteo che attraverserà via Libertà, via Autonomia Siciliana per poi arrivare in via D'Amelio. Prima, alle 18, la celebrazione Eucaristica, officiata da Don Luigi Ciotti, alla Cattedrale.


Alla cerimonia di commemorazione di Paolo Borsellino al Csm è intervenuto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.  "Paolo Borsellino ha combattuto la mafia con la determinazione di chi sa che la mafia non è un male ineluttabile ma un fenomeno criminale che può essere sconfitto. Sapeva bene che per il raggiungimento di questo obiettivo non è sufficiente la repressione penale, ma è indispensabile diffondere, particolarmente tra i giovani, la cultura della legalità".

 

A Palermo oggi, ma anche domani, c'è anche la Commissione parlamentare antimafia per un fitto calendario di iniziative. La delegazione parlamentare, guidata dalla presidente Rosy Bindi, ha partecipato stamattina alle iniziative promosse dal Centro Studi "Paolo Borsellino" in via D'Amelio, mentre in Prefettura, la Commissione ha ascoltato le testimonianze di Antonio Vullo e della figlia del giudice, Fiammetta Borsellino.  Quest'ultima ha commentato: "Chiedo scusa, anche pubblicamente e anche per conto di chi non l'ha fatto e avrebbe dovuto, per uno dei più colossali errori giudiziari commessi. Chiedo scusa a innocenti che sono stati condannati all'ergastolo".
Nel pomeriggio, alle 16, Bindi farà visita al Giardino della Memoria, per rendere omaggio a tutte le vittime di mafia. Alle 17.00 la Commissione parteciperà alla commemorazione degli agenti trucidati nella strage, prevista presso la Caserma Lungaro. In serata, alle 19.30, al Teatro Antico di Segesta andrà in scena lo spettacolo teatrale "Mafia: singolare, femminile" promosso dall'Anm e dalla Commissione antimafia: un lavoro che vuole ricordare Paolo Borsellino come un magistrato attento e vicino alle giovani donne di mafia che, come Rita Atria, hanno voluto rompere i legami con Cosa Nostra. Prima della rappresentazione interverranno il presidente dell'Anm Eugenio Albamonte e la presidente Bindi. Domani, invece, la Commissione sarà all'inaugurazione, presso l'Istituto nautico di Palermo, del murale promosso dall'Anm e dedicato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Oggi alle 19.30, si svolgerà presso il chiostro della Questura, l’ultimo degli incontri tematici dal titolo “Palermo, città normale”, nell’ambito dell’iniziativa “Da Capaci a via D’Amelio: il dovere della memoria”, cui parteciperanno i giornalisti Giovanni Bianconi e Salvo Palazzolo e lo scrittore Marco Malvaldi, moderati da Marco Romano, vicedirettore del Giornale di Sicilia. Agli eventi interverrà il capo della polizia, Franco Gabrielli.

Tanti anche gli eventi delle Agende Rosse per ricordare il giudice, a cominciare dalla marcia da via D'Amelio a Montepellegrino, dove si trova il Castello Utveggio negli anni Novanta sede operativa del Sisde, per chiedere la verità sulla strage in cui morirono Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta. L'arrampicata, che si è svolta stamattina, è stata organizzata proprio dall'associazione 'Agende rosse' come ormai avviene nel giorno dell'anniversario dal 2009. Ma le iniziative non si fermano qui.

Alle 16.58, il tradizionale minuto di silenzio. Alle 17 Marilena Monti leggerà la poesia "Giudice Paolo". Alle 17.15 "Basta depistaggi e omertà di Stato!". Intervengono i familiari delle vittime della strage di via d'Amelio, Angelina Manca, i coniugi Agostino, Paola Caccia, Nunzia e Stefano Mormile, i coniugi Domino e Ferdinando Imposimato. Alle 18.45 il premio del gruppo 'Fraterno sostegno ad Agnese Borsellino" e alle 21 proiezione della docufiction RAI "Adesso tocca a me' di Giovanni Filippetto e Francesco Miccichè.

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X