PALERMO

Firme false M5S, La Rocca in Procura Palermo per saggio grafico

di
firme false, m5s, Claudia La Rocca, Palermo, Cronaca
Claudia La Rocca

PALERMO. Questa mattina la deputata regionale del Movimento Cinque Stelle, Claudia La Rocca, è tornata in procura. La prima accusatrice nell'inchiesta sulle firme false per le elezioni Comunali del 2012, anche lei indagata, è stata ascoltata nuovamente dal procuratore aggiunto Dino Petralia e dalla pm Claudia Ferrari, ed è stata inoltre sottoposta al saggio grafico.

Dopo La Rocca, hanno parlato ai pm nei giorni scorsi anche il deputato Giorgio Ciaccio e Giuseppe Ippolito e Stefano Paradiso, candidati a quelle elezioni. Erano presenti quella sera quando nella stanzetta di un meet up, vicino al porto di Palermo - vennero ricopiate 1.400 firme.

Una corsa contro il tempo per rimediare a un errore che avrebbe potuto inficiare la lista al comune del Movimento 5 stelle. 1.400 firme false su 1.900, hanno accertato gli investigatori della Digos.

Adesso i magistrati vogliono ricostruire chi compilò materialmente le liste per la presentazione delle candidature alle Comunali 2012. Nessun aiuto dai deputati Claudia Mannino e Riccardo Nuti, così come dagli altri indagati. I deputati non si sono voluti sottoporre al saggio grafico, mentre ha acconsentito Samanta Busalacchi.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X