stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Firme M5S, partiti gli avvisi di garanzia: indagati verso l'autosospensione
L'INCHIESTA DI PALERMO

Firme M5S, partiti gli avvisi di garanzia: indagati verso l'autosospensione

PALERMO. Sono partiti i primi inviti a comparire per alcune degli indagati nell'inchiesta della Procura di Palermo sulle firme false per la lista del M5s alle comunali del 2012.

Secondo indiscrezioni una serie di indagati avrebbero concordato con i pm la data dell'interrogatorio prima ancora dell'invito a comparire. L'atto rappresenta anche l'avviso di garanzia per il reato previsto dal testo unico sugli enti locali.

La procura procede per il reato previsto dall'articolo 90, secondo comma, del Testo Unico 570 che punisce "chiunque forma falsamente, in tutto o in parte, liste di elettori o di candidati od altri atti dal presente Testo Unico destinati alle operazioni elettorali, o altera uno di tali atti veri oppure sostituisce, sopprime o distrugge in tutto o in parte uno degli atti medesimi".

"Chiunque fa uso di uno dei detti atti falsificato, alterato o sostituito - recita la legge - è punito con la stessa pena, ancorché non abbia concorso nella consumazione del fatto".

Gli interrogatori sono fissati tra la fine di questa settimana e l'inizio della prossima. Gli indagati sarebbero dieci. Tra loro deputati nazionali come Riccardo Nuti e Claudia Mannino. Altri due deputati regionali che sarebbero indagati, Claudia La Rocca, che si è presentata spontaneamente ai magistrati, e Giorgio Ciaccio, entrambi si sono già autosospesi dopo l'invito lanciato del leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo.

Intanto vanno verso l'autosospensione gran parte degli esponenti M5S che risultano indagati nell'ambito dell'inchieste sulle firme false di Palermo e su quelle irregolari di Bologna. E' quanto si apprende da fonti vicine ai vertici M5S che sottolineano come, per quanto riguarda il caso bolognese, il vicepresidente del Consiglio comunale Marco Piazza ha già dato la sua disponibilità ad autosospendersi. A breve, si spiega, ci sarà un colloquio tra lo stesso Piazza e il garante delle regole del M5S Beppe Grillo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X