stampa
Dimensione testo
LE INDAGINI

Calci, pugni e coltellate per strada a Cruillas: tre risse prima dell'omicidio di Palermo

di

PALERMO. Sono tre le risse che avrebbero portato, in un'escalation di violenza, alla morte – sabato sera - di Roberto Frisco, 27 anni, ucciso a coltellate a Cruillas, in via Trabucco. Gli inquirenti stanno faticosamente cercando di ricostruire gli avvenimenti che sono sfociati nel secondo omicidio a Palermo nel giro di poche ore.  Altre quattro persone sono rimaste ferite e sono ricoverate, tutti sono indagati per rissa aggravata da lesioni e dal decesso di uno dei coinvolti. Domani saranno interrogati dal gip che dovrà decidere sulla convalida della misura cautelare.

Palermo, rissa mortale a Cruillas: nomi e foto degli arrestati

Intanto i carabinieri stanno cercando di fare luce sui momenti precedenti. Al momento si sa – ma è una versione da verificare – che un membro della famiglia Frisco avrebbe avuto una lite in pizzeria con uno degli impiegati o forse con un cliente (questa persona non è stata ancora identificata) che avrebbe deciso di chiamare qualcuno della famiglia Lo Piccolo per intervenire.

Uno dei Lo Piccolo e il dipendente (o cliente) della pizzeria sarebbero andati sotto casa dei Frisco, in via Trabucco, e nella successiva lite avrebbero avuto la peggio. I Lo Piccolo sono poi tornati, stavolta in tre, per avere ragione dei Frisco. Calci, pugni e coltellate per strada. A farne le spese Roberto Frisco. Sono due i coltelli ritrovati, ma per fare luce sulla vicenda è necessaria la testimonianza di qualcuno dei partecipanti, mentre gli inquirenti cercano eventuali testimoni. Nessuna telecamera nelle vicinanze.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X