stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Arriva in arresto cardiaco: i familiari danneggiano l'ospedale
PALERMO

Arriva in arresto cardiaco: i familiari danneggiano l'ospedale

di

PALERMO. Un uomo di 51 anni arrivato ieri sera in arresto cardiaco al pronto soccorso dell'ospedale Villa Sofia a Palermo e cinquanta familiari non appena hanno saputo del decesso hanno pesantemente danneggiato la struttura. Vetrate rotte, porte scorrevoli prese a calci, i sedili della sala d'attesa distrutti. Spaccati computer e gli apparati di microfoni e altoparlanti per le comunicazioni. Il paziente C.R. di 51 anni era residente in via Costante Girardengo allo Zen 2. Così come gli amici e i parenti che sono arrivati in ospedale. Hanno spintonato un metronotte della Ksm in servizio a Villa Sofia e anche una donna che si trovava in sala d'attesa.

"È stato terribile - spiegano dall'ospedale - la struttura di emergenza è di nuovo stata presa di mira e danneggiata. I medici hanno fatto di tutto per salvarlo, ma quando è arrivato le condizioni erano già molto critiche". La salma è stata messa a disposizione della magistratura per eseguire l'autopsia. Per sedere gli animi sono intervenute quattro volanti della polizia. Sono stati identificati anche alcuni uomini che hanno danneggiato l'area di emergenza.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X