stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, dissestato l'asfalto appena ultimato al Foro Italico
PER LA PIOGGIA

Palermo, dissestato l'asfalto appena ultimato al Foro Italico

di

PALERMO. Vigili urbani in azione nella zona del Foro Italico a Palermo per un avvallamento nella sede stradale che si formato dopo le piogge di ieri. Nella zona da un mese sono stati conclusi i primi lavori per la realizzazione del nuovo sistema fognario sino a Porta de Greci. La corsia in direzione di Villa Giulia era stata asfaltata. A luglio pochi giorni dopo la riapertura sempre nei pressi del Palchetto della Musica si era formata una voragine. Adesso il manto stradale si è abbassato creando pericoli per automobilisti e motociclisti. Il 10 luglio l’asfalto posato da poco nella zona del cantiere per la realizzazione del sistema fognario sino a Porta dei Greci che ha costretto per due mesi ad estenuanti code i palermitani, era sprofondato.

L’appalto non è stato completato visto che da Porta dei Greci in poi, come è noto, bisognerà rivedere il progetto. La scoperta di antiche mura della città, infatti, ha avuto l’effetto di far deviare il corso dei lavori su ordine della Soprintendenza ai beni culturali: andranno effettuati sul lato più vicino al mare, con la chiusura della carreggiata. Almeno questo è ciò che si spera, a meno di non volere sospettare un intoppo dell’appalto che si traduca in un’incompiuta da oltre 25 milioni di euro. Secondo i dati del progetto originario, le tubature che dovrebbero portare al depuratore di Acqua dei Corsari i liquami di vasta parte di Palermo (da via Dante a salire) dovevano passare nella corsia lato monte di Foro Umberto I, tra il Palchetto della musica e via Lincoln. Ora, circa duecento metri di condotta dovranno essere deviati sul lato opposto.

L’amministrazione comunale di Palermo sull’avvallamento al Foro Italico fa sapere che oggi è stato fatto un intervento di emergenza con asfalto a freddo. Nel frattempo il sindaco Leoluca Orlando ha rintracciato il responsabile della ditta il quale ha garantito che nei prossimi giorni saranno effettuati dei sondaggi nell’area per verificare le cause degli avvallamenti ripetuti nello stesso punto probabilmente dovuti al fenomeno geologico del “sifonamento”. Probabilmente sotto i lavori della rete fognaria ci sarà una falda o una cavità su cui bisognerà intervenire.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X