stampa
Dimensione testo
TRAFFICO

Chiusura del Cassaro a Palermo, già pronto il ricorso al Tar di residenti e commercianti

di
Il comune però non vuole tornare indietro sul provvedimento. L’assessore Catania: «strada già tracciata»

PALERMO. Residenti e commercianti affilano le armi in vista del 16, giorno in cui diventerà operativa l’ordinanza che trasforma corso Vittorio Emanuele metà in una area pedonale e l’altra metà in una zona a traffico limitato dove può accedere solamente chi abita nella zona, i mezzi di soccorso e quelli della polizia più alcune categorie elencate nel provvedimento. Sono contrari a questa impostazione di «aera pedonale camuffata da ztl» e continuano a chiedere al sindaco un emendamento al sindaco. Altrimenti sarà ricorso al Tar, senza se e senza ma.

«Noi stiamo con Leoluca Orlando nella voglia che ha di dare una nuova immagine del centro - dice Chiara Modica Donà dalle Rose, avvocato e residente al Cassaro -. Ma questo bisogna farlo senza eccessi e rendendo sicura l’intera zona. Per cui la prima cosa da fare è evitare che vengano posizionati elementi fissi come fioriere e panchine che sarebbero un impedimento colossale in caso di soccorso o emergenza».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X