stampa
Dimensione testo
PALERMO

Helg, al premio Grassi disse: “Il racket si sconfigge con le denunce”

PALERMO. ''Racket e usura potranno essere sconfitti solo se le vittime denunceranno e collaboreranno con le istituzioni'', ''Un apparato produttivo condizionato da pressioni e minacce non può produrre sviluppo, ma si mantiene in una situazione di marginalità e produce un progressivo ed inesorabile impoverimento della società'', ''La Camera è impegnata in attività che promuovono la legalità'', ''Bisogna creare attorno a chi ha denunciato un circuito virtuoso di sostegno concreto e  di solidarietà''. Sono alcune delle frasi pronunciate da Roberto Helg, presidente della Camera di commercio palermitana e vicepresidente Gesap, arrestato per estorsione aggravata e preso mentre intascava una tangente da 100 mila euro da un ristoratore, alla manifestazione 2014 del decimo premio intitolato a Libero Grassi, imprenditore che disse ''no'' alla mafia delle estorsioni e venne trucidato sotto casa a Palermo.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X