stampa
Dimensione testo
EMERGENZA ABITATIVA

Beni confiscati alla mafia, a Palermo consegnati 5 alloggi a famiglie senza casa

Fanno parte dei 130 immobili trasferiti dal prefetto Postiglione al Comune lo scorso 30 ottobre

PALERMO. Cinque famiglie, indicate dal settore interventi abitativi, stamani hanno avuto in consegna dall'assessore al Bilancio e al patrimonio, Luciano Abbonato, i primi immobili confiscati alla mafia, assegnati al comune di Palermo lo scorso 30 ottobre dal prefetto Umberto Postiglione per emergenza abitativa.

«La consegna dei primi cinque immobili - ha commentato il sindaco Leoluca Orlando - è un fatto positivo a conferma che questa amministrazione, a differenza della precedente protagonista del dissesto e dello sfascio finanziario, presta sempre maggiore attenzione alle sofferenze sociali e ai diritti mortificati da una pesante crisi economica nazionale, regionale e locale».

L'assessore a Bilancio  Luciano Abbonato e quello per le Attività Sociali Agnese Ciulla esprimono soddisfazione «per la velocità con cui si è giunti all'effettivo utilizzo dei beni confiscati, unico modo affinché beni frutto di illegalità non diventino strumento di illegalità. È un passaggio anche culturale - concludono Abbonato e Ciulla - che richiede la massima tensione e attenzione di istituzioni, politica e burocrazia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X