Questo sito contribuisce all’audience di Quotidiano Nazionale

L'amarezza di Brunori: abbiamo dato tutto, siamo tristi

Il capitano rosanero: «Complimenti agli avversari, hanno dimostrato di essere più pronti»

Matteo Brunori(Foto Tullio Puglia)

La stagione del Palermo si è chiusa con l’eliminazione in semifinale play-off per mano del Venezia. Una sconfitta che certamente brucia ad un gruppo che dopo il successo con la Sampdoria in semifinale aveva iniziato a credere nella possibilità di giocarsi realmente le sue carte per la promozione in Serie A. Così non è stato perché i lagunari si sono imposti sia al Barbare, per 1-0, che al Penzo, per 2-1, non lasciando scampo alla formazione di Mignani.

«C’è tanta tristezza e delusione, ci abbiamo provato fino all’ultimo. Abbiamo incontrato una squadra forte che ha meritato in campo. Sentivamo il supporto di tutti e della nostra gente, ma non è bastato. Parla sempre il campo». Fin dall’inizio si sapeva bene che non sarebbe stato facile, anche in virtù del risultato maturato lunedì scorso. Ma, nonostante ciò, la squadra ci ha provato: «Abbiamo dato tutto fino all’ultimo minuto per provare a fare un’impresa - ha sottolineato il numero 9 rosanero -. Faccio i complimenti alla squadra di mister Vanoli che hanno dimostrato di essere più pronti in questo momento».

Poi sull’uscita anticipata dal campo: «Ero già un po’ acciaccato e mi sono fermato», ha spiegato l’attaccante.

Il rammarico è grande anche perché il pubblico aveva seguito la squadra anche a Venezia, come fatto in tutte le gare esterne e - soprattutto - in casa dove in questa stagione si sono registrati diversi record di presenze. Al Penzo erano presenti poco più di 300 supporter per provare ad aiutare la squadra: «I nostri tifosi hanno sempre dimostrato un affetto enorme nei nostri confronti, sia quando le cose durante l’anno non sono andate ci sono sempre stati vicini - ha affermato Matteo Brunori.

L'articolo completo di Massimiliano Radicini  sul Giornale di Sicilia oggi in edicola 

Digital Edition
Dal Giornale di Sicilia in edicola

Scopri di più nell’edizione digitale

Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale.

Leggi l’edizione digitale
Edizione Digitale

Persone:

Caricamento commenti

Commenta la notizia